FASHION FROM GERMANY: ALEXANDER ROYS

Un nuovo brand uomo, una collezione contemporary disegnata dal tedesco ALEXANDER ROYS che ha presentato la sua seconda collezione al WHITE di Milano lo scorso giugno.

ALEXANDER ROYS prende ispirazione dal futuro e dalla connessione con la tecnologia, esplorando come l’umanità si pone nei confronti della rivoluzione tecnologica che ha preso piede recentemente e come questa influenza la vita di ogni giorno. Per la collezione SS2019, il designer si concentra, quindi, sullo spirito accellerato dell’era digitale, con richiami al futurismo ed al gruppo musicale tedesco elettronico Kraftwerk. Un momento storico in cui lo stile di vita che conduciamo, e l’uso massiccio dei social media, non rende più possibile la chiara distinzione tra il pubblico e il sociale, nascondendo la vera, privata identità di ogni fruitore. Non ogni aspetto della propria persona è reso chiaro e visibile, in un meccanismo psicologico interiore che ci spinge a nascondere parti del nostro essere che non riteniamo adeguati, o che sono causa di insicurezza.

 Una sorta di armatura che ci poniamo addosso e che viene egregiamente espressa visivamente in questa collezione.
ALEXANDER ROYS rende pienamente il contrasto tra il desiderio di esporsi e quello di nascondere parti del proprio essere: trasparenze e dettagli dal sapore militare si mixano in capi sapientemente realizzati in Italia, contrapponendo materiali tecnici, come il PVC trasparente, alle più fini lane che, a loro volta, sono abbinate a tessuti di nylon. Una contrapposizione resa ancora più evidente dal concept del lookbook, le cui foto sono state scattate da Michael Ullrich.
Ed ecco che ne nasce una collezione che unisce il tailoring più raffinato, con l’abbigliamento militare e lo sportswear, dando vita a uno stile dal sapore un po’ erotico e perverso.
®Riproduzione riservata

Photography: Michael Ullrich.

BRAND ALERT: EXEMPLAIRE

Nato nel 2012, dalla partenership tra Jean-Victor Meyers e Louis Leboiteux, EXEMPLAIRE, si pone il fine di creare oggetti da vivere. Se le prime intenzioni erano quelle di realizzare accessori in pelle e maglieria luxury, oggi il brand si presenta con una collezione RTW da uomo, completa di accessori e una fragranza. EXEMPLAIRE, spiega la propria filosofia ed il proprio stile attraverso tre semplici step:

Il significato degli oggetti: 
l’expertise manifatturiera, il lusso tangibile nei materiali, la cura per l’enviroment. Il brand francese aspira, ed ispira, ad un’idea di luxury che tende a durare nel tempo, con capi che si modellano e trasformano, accompagnando la persona che li possiede.

L’idea del viaggio: esemplificato nella collezione “Travel Accessory”, il riferimento al viaggio è una costante per EXEMPLAIRE. Ciò si traduce, anche, in una rete di distribuzione che rende facilmente accessibili i prodotti a ogni cliente.

Reinterpretazione contemporanea del lusso: ogni capo o oggetto del brand deve essere contemporaneo al tempo in cui viviamo. Nonstante ciò è importante l’uso delle tradizionali tecniche di produzione, che assicurano la bellezze e l’ unicità di ogni design.

Un marchio giovane, su cui tenere un occhio che mixa con perfetta sapienza la qualità di brand come Loro Piana ed Hermès, con lo spirito rock e avventuriero di Saint Laurent e Dior Homme.

 

®Riproduzione riservata

Endless Italian Summer Coast Society e Ramazzotti @ Full Milano

Gli spazi del nuovo Full Milano Concept Store hanno ospitato un evento con due protagonisti d’eccezione: Coast Society e Ramazzotti. Così ha commentato Davide Jais, founder di Coast Society, che presenta la nuova collezione Riviera: “Volevo un evento che potesse celebrare l’estate, Milano, il lifestyle Italiano e comunicare l’Italianità di Coast Society fondato proprio a Milano nel 2014.  La cornice del nuovo store Full Milano e i cocktail estivi di Ramazzotti sono stati il setting perfetto per celebrare la collezione Riviera e incontrare clienti e amici del marchio che hanno potuto vedere e toccare la collezione e apprezzare la grande ricerca dei materiali e i canoni estetici che contraddistinguono il nostro abbigliamento resort e che non sono percettibili online”.

fabio attanasioFull Milano

L’evento «Endless Italian Summer» in partnership con Ramazzotti ha voluto sottolineare l’Italianità del marchio e la sua passione per il Made in Italy. Due valori condivisi con Ramazzotti che, con i suoi 200 anni di storia rappresenta un’icona dell’Italian lifestyle e si propone oggi in chiave moderna con tre signature summer cocktails dal sapore unico conferitogli dall’amaro, equilibrata miscela di erbe, spezie, fiori e frutti.

Fabrizio Oriani

Numerosi gli ospiti intervenuti all’evento tra cui alcuni influencer come Fabio Attanasio (The Bespoke Dude), Fabrizio Oriani, tanto per citarne solo alcuni.

B74I1135

®Riproduzione riservata

 

MILANO: I LOCALI E I CONSIGLI PIU’ COOL

Il fondatore di GUM Milano ci propone una nuova selezione dei locali più cool di Milano.

PORTAL CLUB
L’apertivo mi piace prenderlo al nuovo nato della famiglia Deus, il PORTAL CLUB. Un membership club aperto da martedì a domenica dalle 18:00 all’1 ( 2.00 nel week end ), un salotto con cinema per massimo 40 persone alla volta, con camino davanti al quale si trova una proposta di food&beverage. Oltre a una ricercata selezione di vini e champagne offre una drink list firmata Fabio Spinelli e ogni cocktail è realizzato da Morris Mau. Al Portal Club al classico aperitivo si sostituisce il concetto di food pairing. Non ci sono buffet, ma prodotti di nicchia che possono essere acquistati da una vetrina frigo e consumati in loco o a casa. Mentre dalla cucina è possibile scegliere due piatti, che cambiano periodicamente. Il mio preferito? Le acciughe. Come fare per provarle? Basta farvi invitare. Provate a passare al Deus, fatevi un giro al The Portal Bar (sulla sinistra del bancone del Deus), e se siete così splendidi da meritarvi la chiave eccola arrivare in un attimo.

Portal Club – giardino segreto Via Genova Thaon di Revel, 3, 20159 Milano MI

MERCATINO PENELOPE
Mercatino Penelope è il mio punto di riferimento quando sono alla ricerca di qualche pezzo vintage da aggiungere alla mia collezione. Oltre alla ricerca oggettistica vintage puoi trovare una vasta scelta di mobili di modernariato dagli anni 50 agli anni 70. Qui ho trovato parte degli arredi e oggetti che compongono il mio salone in corso Italia. Oggetti in ottone e vetro degli anni 40, 50 e 60, ma anche mobili di modernariato (anni 50-70), e pezzi di ricerca più contemporanei. Il focus è tutto sul design, anche se è possibile trovare anche qualche abito e accessorio. Il punto di forza di questo mercatino è la cura con cui vengono scelti ed esposti i pezzi, più o meno uniformemente per genere ed epoca. Lo consiglio senz’altro a chi non ha voglia di perdere molto tempo a “spulciare” tra gli oggetti dato che i mobili troppo vecchi o quelli eccessivamente demodé non vengono nemmeno proposti.

Mercatino Penelope – Via Macedonio Melloni, 6, 20129 Milano MI

DEPURAVITA
Quando ho voglia di depurarmi, la mia certezza è Depuravita. Un’innovativa start-up con sede a Milano ma dall’animo internazionale, così come la sua founder e mente visionaria Sandra Nassima. L’idea di una dieta detox a base di succhi naturali e biologici arriva da oltre oceano e viene importata in Italia con una prospettiva differente, ancora più completa e con una maggiore attenzione per la salute. Un’azienda dall’anima green con una grande passione: il benessere che viene dalla natura. La proposta di Sandra è una linea di prodotti in continua evoluzione: succhi pressati a freddo, zuppe, frullati, integratori superfood, tè depurativi, cosmetici vegan, tutti rigorosamente certificati BIO. Motivo per cui non ho potuto rinunciare alla sua proposta per il mio salone Black Silk Depuravita x GUM Salon. Una special detox water Black Silk è ideale per idratare l’organismo e sostenere al meglio i regimi dimagranti, offrendo un alto contenuto di vitamine e sali minerali. Black Silk, Grazie alla sua speciale composizione naturale ( acqua alcalinica, cetriolo, sciroppo d’acero, spinaci e carbone vegetale ,) è un sorso di benessere per pelle, capelli e organismo nel suo complesso, senza rinunciare al gusto e alla leggerezza.

Depuravita – https://www.depuravita.it/

KAMPAI
Per mangiare invece, la mia proposta è il nuovo Kanpai, a pochi passi da Porta Venezia, un autentico izakaya, il tipico indirizzo nipponico in cui bere bene e poter stuzzicare qualcosa nell’informalità di un ambiente che strizza l’occhio al design. Un locale giapponese in cui potersi rilassare tra un drink creativo e uno dei piatti, visionari nella loro semplicità, di Jun, già sous chef di Gong. Le tre sale da cui è costituito ricreano ambienti totalmente differenti, benchè accumunati da un’eleganza discreta che guarda con interesse all’arte contemporanea. Pochi piatti compongono il menù ideato dalla chef Jun. Dagli spiedini alle portate signature, fino ai classici della tradizione nipponica, qui è possibile concedersi uno spuntino chic o fare una cena completa. Il mio preferito, Shimesaba, sgombro marinato in aceto di riso; Da provare anche la drink list proposta da Samuele, molti i twist sui grandi classici della miscelazione, che affiancano stravaganti creazioni a cui è impossibile resistere. Qui gli amanti del sake saranno accontentati ampia e di livello la situazione di etichette, ma non mancano altre chicche tra whisky, gin giapponesi, vini naturali.

Kampai – via Melzo 12 – Milano

 

®Riproduzione Riservata

Golf e auto d’epoca si incontrano:BMW Golf & Classic Car

Due mondi che non potevano non incontrarsi. Ed ecco una giornata dedicata allo stile e alla passione per avvicinare al golf i collezionisti di auto d’epoca, organizzata a Roma dall’Olgiata Golf Club lo scorso 1 Luglio con uno sponsor importante.  La prima edizione del BMW Golf & Classic Car, un evento che ha radunato insieme i giocatori con i collezionisti di auto d’epoca in una competizione combinata. Il concorso di eleganza dedicato alle autovetture in gara, precedentemente selezionate tramite un apposito Comitato e tutte costruite prima del 1979, ha visto sfilare venti autovetture di cui la più “anziana”, una Lancia Augusta del 1935 che si è aggiudicata il Premio del pubblico, in abbinamento col giocatore Franco Properzi, essendo stata la più votata.

DSC_7280_resize

Tra gli altri riconoscimenti, “The best of the show” è andato alla Mercedes Cabrio 190SL Cabriolet del 1962 (cilindrata1897); la prima tra le auto aperte (carrozzeria cabrio-roadster) è stata una Jaguar E-Type aperta del 1960 (cil 4200); prima tra le auto chiuse (carrozzeria mono-due-tre volumi chiusa) una Jaguar E-Type del 1958 (cil 3800). La classifica delle vetture italiane ante-guerra ha visto premiare la già menzionata Lancia Augusta (cil 1200); in quelle post-guerram la migliore è risultata una Ferrari Dino 246 GT Berlinetta del 1972 (Cil 2400). Tra le straniere (costruttore non italiano) ancora una Jaguar E-Type aperta, classe 1964 (cil 4200), mentre nella categoria “vetture senza tempo” prima classificata è stata una Mercedes SL30024u Roadster del 1992 (cil 3000). Nessun premio assegnato invece alle “sportive cuore da corsa” per mancanza di concorrenti.

DSC_7293_resize 

A vincere i premi di “coppia” tra golfisti e automobili sono stati invece, nell’ordine: 1°) PIERLUIGI BERETTA, su MERCEDES 190 SL del 1962;  2°) XAVIER SANTIAPICHI su JAGUAR E-TYPE del 1958 di Carboni Motorsport; 3° PRISCA TARIFFI su JAGUAR E-

TYPE 1960 di Carboni Motorsport.

Nella classifica golfistica tradizionale FILIPPO CELLI si è aggiudicato il 1° lordo, mentre i primi netti di categoria sono andati a ANDREA DI CASTRO     (1° cat), ELEONORA BARBIERI   (2° cat) e SABINA PANNUNZIO        (3° cat), il 1° Ladies            a FRANCESCA FIORELLINI          e il 1° Seniores a MARCO ZONCHELLO.

DSC_7450_resize

 “Con questa iniziativa – ha dichiarato infine Giovanni Sernicola, presidente dell’Olgiata Golf Club – siamo orientati a far conoscere e sperimentare il gioco del golf anche agli amanti delle auto d’epoca e ringraziamo BMW Roma, punto ufficiale della lavorazione di vetture “classic”, per averci fornito l’opportunità di scoprire anche modelli rari ed unici in esposizione”. Presenti infatti, fuori competizione, oltre a moto d’epoca, una 3.0 CSL  e 503 cabrio.

®Riproduzione riservata

 

 

ME.LAND, un nuovo brand da conoscere

Si chiama ME.LAND il progetto di Frédéric Robert e  si ispira ad un bravo ragazzo con il cuore ribelle! Il designer è l’autore della prima sneaker di Lavin e dopo diverse esperienze presso celebri maison come Kenzo, Dior, Hermès, ha ideato una nuova collezione in cui rivisita le forme essenziali delle sneakers maschili aggiornate con un’incredibile leggerezza e un mix di ispirazioni, materiali e colori.  Le scarpe sono disegnate a Montmartre a Parigi e prodotte in Italia da un’azienda familiare che combina la qualità artigianale con il rispetto delle aspettative dei clienti di oggi. La forma e il comfort delle calzature infatti sono il risultato dell’insieme di anni per lo sviluppo del design del prodotto che rispetta le regole della migliore tradizione calzaturiera.

Il designer parigino spiega di aver investito tutte le sue risorse finanziarie nel progetto quando ha capito che “Sul mercato esistono la sneaker e il prodotto formale, mentre io credo nel casual-chic con una sua originalità, semplice e colorato. Ho chiamato i miei amici manifatturieri italiani, conosciuti quando lavoravo per altre griffe, ed è nata la prima collezione. So bene che le grandi aziende hanno bisogno di quantità e molti modelli: un piccolo brand come il mio, invece, può cambiare ogni settimana”. Lo stilista dichiara di essere “ambizioso, ma realista. Devo dire che se sono al punto in cui sono, lo devo ai manifatturieri italiani”.

®Riproduzione Riservata

PEOPLE WE LIKE: THOMAZ DE OLIVEIRA

Photographer: Alisson Marks 
Stylist: 3 
Stylist assistant: Cristina Florence Galati and Emanuela Cinti
Grooming: Gianluca Casu
Model: Thomaz De Oliveira @I Love Models Management

®All Rights Reserved

4 TRATTAMENTI PER RISVEGLIARE LA PELLE

Nonostante la bella stagione sia di per sé foriera di vibrazioni positive dentro e fuori di noi, la pelle dopo il lungo letargo invernale ha bisogno di essere risvegliata con prodotti e trattamenti specifici. Nella beauty routine quotidiana è fondamentale l’idratazione, ma prima di arrivare verso il tanto sospirato lettino in spiaggia è sempre di aiuto ricaricare la nostra pelle con le giuste strategie. Ecco alcuni spunti:

 Club 10 - Swimming Pool

Un tocco rilassante @Club10 Principe di Savoia

Si chiama Recover Touch ed è un trattamento antiossidante, nutriente e a base di vitamine. Si comincia con un rituale di pulizia composto da un peeling lasciato in posa sul viso e stimolato dal getto di vapore. Di seguito una pulizia meccanica che andrà a preparare la pelle. Subito dopo viene applicata una maschera composta da una miscela di oli e crema della linea Renight di Comfort Zone, per un massaggio viso e collo all’insegna del relax e dal tocco delicatissimo.  Il percorso si chiude con l’applicazione di siero e crema Renight, molto ricche nella texture ma non grasse per dare alla pelle il giusto livello di idratazione e luminosità. La pelle appare immediatamente distesa e radiosa.

facciata pozza

Un bagno rigenerante @QC Terme Dolomiti

Sotto le cime dolomitiche del Catinaccio un nuovissimo centro termale ideale per risvegliare mente e corpo. A beneficiarne prima di tutto la nostra pelle, con l’acqua solforosa della sorgente Alloch, unica fonte del Trentino  che rende così piscine e spazi esterni ideali per praticare quel “forest bathing” che in Oriente viene assimilato ad una forma di medicina preventiva. Oltre alle piscine, possiamo scegliere i più classici massaggi QC terme, le zone umide e le suggestive sale relax a tema, perfette per una rigenerazione totale.

MAULI 3

Un massaggio sensoriale @Bulgari spa

Il massaggio personalizzato by Bulgari è un rituale che prevede l’utilizzo di tecniche specifiche, musica, aromi e prodotti differenti secondo l’esperienza desiderata. Il trattamento viene svolto con i prodotti di Amala, marchio di trattamenti per viso e corpo completamente certificato NATRUE perché 100% naturale e ha tre focus specifici: Calm, per favorire il rilassamento, Heal per offrire sollievo da fatica, dolori e jet-lag e infine Energize, per rinvigorire.

Jacuzzi 

Un rituale giapponese @Shiseido Spa Milan

Un viaggio ideale nel quartiere di Ginza a Tokyo all’interno del prestigioso Excelsior Hotel Gallia, un hotel Luxury Collection a Milano. Il Deep Cleansing Detox Facial è un rituale ideale per purificare e idratare la pelle. Questo trattamento viso opacizzante e detossinante riequilibra e reidrata in un’ora e viene svolto secondo i più alti protocolli giapponesi con i prodotti iconici della linea Shiseido men.

®Riproduzione Riservata

 

ROBERTO DE ROSA NEAPOLITAN SOUL, INTERNATIONAL SUCCESS

Il cuore partenopeo, Roberto De Rosa (@robertoderosa), se l’è tenuto stretto durante il viaggio sull’Oriente Express che l’ha portato ad Hong Kong e che gli ha permesso di diventare una ‘yǐngxiǎng zhě’, cioè una persona capace di influenzare i gusti e dettare tendenze. Raggiunto il successo anche in Italia, Roberto sogna di approdare al cinema e dimostra che i napoletani, come si suol dire, hanno davvero una marcia in più.

Il tuo percorso è iniziato in Asia, in Cina, ad Hong Kong precisamente. Cos’è che ha affascinato l’Oriente tanto da farti diventare un influencer seguitissimo?
Il mio successo come influencer è nato in Asia, esattamente in Cina. Erano tempi diversi, parliamo di quattro anni fa, e io rispecchiavo il classico ragazzo della porta accanto, occidentale, nell’immaginario estetico degli asiatici.

Credi che, senza il successo ottenuto in Cina, saresti arrivato lo stesso dove sei ora?
La mia fortuna è stata Hong Kong. Prima di arrivarci, già frequentavo il web italiano e ho avuto grandi esperienze anche qui: non venivo da un mondo completamente sconosciuto. Sicuramente l’Oriente mi ha dato una forza che qui sarebbe stata difficile da trovare, e mi ha permesso di tornare in Italia più forte di prima e con delle skills che gli altri non avevano. Credo che chiunque si affacci ora su questo settore, non troverà le nostre occasioni: è molto più difficile adesso.

Come si evolverà la figura dell’influencer? Cambia di giorno in giorno, se non di ora in ora, è un mondo super veloce. Basti pensare che meno di sette mesi fa ho ricevuto una proposta da Fox Channel per un programma televisivo, ancora non ci credo!

Quale sarà il social del futuro?
Non esiste ancora, non credo sarà qualcuno di quelli attuali. Presto finirà anche Instagram, com’è già capitato per MSN e per MySpace.
Dei tuoi post su Instagram, quanti sono sponsorizzati dai brand e quanti invece sono spontanei?
Il mio Instagram non è certo un centro commerciale. Cerco di ispirare le persone che mi seguono, affrontando anche diversi argomenti, come quello del senza glutine e del lifestyle. Sulla mia pagina, a parte la sponsorizzazione, si può notare la vita vera, quella di un ragazzo della porta accanto.

Photo Ryan Simo
Styling 3
Grooming Susanna Mazzola
Photo assistant Alessandro Chiorri
Stylist assistants: Cristina Florence Galati, Paula Anuskha, Verena Kohl

®Riproduzione Riservata

 

STUMBLE AND FALL

 

Photographer: Marco Bertani
Styling: Carlotta Borgogna
Model: Gabriel Daum @ Elite Model
Grooming: Isabella Sabbioni
Stylist Assistant: Chiara Masciadri
Digital Operator: Marco Moretto
Props Set: Rusted Vintage

 

®All Rights Reserved