Lodovica Comello: il viaggio eclettico di un talento inarrestabile

Conduttrice televisiva e radiofonica, doppiatrice, cantante, ballerina, attrice, podcaster, scrittrice e ora anche battitrice d’asta: mai come accanto al nome Lodovica Comello, l’aggettivo ‘poliedrica’ è in grado di esprimere al meglio il suo significato figurativo (“Che ha aspetti vari e molteplici, talvolta anche in contrasto fra loro”, Treccani). Un talento multiforme quindi, che sboccia all’età di 21 anni, quando Lodovica viene selezionata dal colosso Disney per interpretare Francesca in Violetta, fortunatissima serie culto per più di una generazione di teenager. Il seguito di pubblico della telenovela argentina è tale da catapultare l’eclettica attrice in una tournée mondiale tra America Latina ed Europa, in cui ha l’opportunità di mostrare le sue doti anche nel canto e nella danza. Violetta – il concerto – questo il titolo del live a tappe – fa da preludio alla sua breve ma intensa carriera come cantante (pubblica due album tra il 2013 e il 2015 – Universo e Mariposa – ed è protagonista del tour internazionale Lodovica World Tour). 

Lodovica Comello
Total look Max Mara, Necklace Swarovski, bag Borbornese

Tra successi e riconoscimenti, presto decide però per un cambio di rotta: «La musica è stata molto importante per me all’inizio del mio percorso ma poi me ne sono allontanata». Così racconta Lodovica Comello, oggi 34enne, con 13 anni di carriera alle spalle e una maturità di giovane donna nel pieno del successo personale e professionale.

Il percorso nel mondo della conduzione televisiva inizia nel 2016 con Italia’s Got Talent, il talent show Sky a cui l’allora neo-presentatrice resta legata per ben sei stagioni.

Tra una trasmissione tv e l’altra (Singing in The Car su TV8, Mix And Match su Sky1 e lo spin-off Kid’s Got Talent) arriva anche la radio con A me mi piace su Radio 105 (da maggio 2023 poi, Lodovica torna nell’etere, sempre su Radio 105 con il programma Lui, lei, l’altro). Inarrestabile, l’artista di San Daniele del Friuli approda anche al cinema: nel 2016 è Valentina in Poveri ma ricchi di Fausto Brizzi e poi nuovamente, nel sequel del 2017. Per non farsi mancare nulla, presta la sua voce come doppiatrice per svariati film d’animazione (l’ultimo, del 2023 è Trolls 3 – Tutti Insieme).

Dress Philosophy by Lorenzo Serafini, earrings Luisa Spagnoli, rings Atelier Vm
Dress Philosophy by Lorenzo Serafini, earrings Luisa Spagnoli, rings Atelier Vm

Non solo nella vita professionale ma anche in quella privata, Lodovica non si risparmia e nel 2020, dal matrimonio con il produttore Tomas Goldschmidt, nasce Teo. Nello stesso anno, l’Asciugona, il podcast in cui la talentuosa neomamma racconta senza veli la sua nuova avventura, a partire dalla gravidanza, è un successo di ascolti. Dalle prime pappe e percorrendo i primi anni di vita del figlioletto, Lodovica condivide, per ben quattro stagioni, con ironia e onestà, il suo percorso genitoriale.

Madre e donna, – di una bellezza che, a vederla dal vivo, incanta – si muove sul set dello shooting moda per la digital cover di Next Gen con grazia e consapevolezza di sé e del proprio fascino.
Sempre un fiume in piena, dal 17 giugno è su Real Time con Spose in affari accanto a Enzo Miccio in un format che accosta il tema del wedding alle dinamiche dell’asta: «La coppia inedita con Enzo Miccio credo che darà molte soddisfazioni.»

Top Dsquared2
Top Dsquared2

«Il lavoro è veramente la mia passione, la mia linfa vitale»

Lodovica, hai attraversato una carriera incredibilmente diversificata fin dall’inizio con il tuo ruolo in “Violetta” fino ai tuoi progetti più recenti. Qual è stata la chiave del tuo successo in così tante sfaccettature dell’intrattenimento?

Credo che sia il fatto di aver cercato sempre di diversificare. Sono una persona che se si fossilizza troppo su una cosa si annoia, lo confesso, e mi sento bene proprio quando riesco ad esprimere un po’ a 360 gradi. Mi sono sempre divertita tantissimo in tutto quello che ho fatto e che continuo a fare. Il lavoro è veramente la mia passione, la mia linfa vitale.

Da conduttrice televisiva e radiofonica a doppiatrice, cantante ballerina, da attrice a podcaster e scrittrice, hai sperimentato una vasta gamma di ruoli. Qual è quello che ti ha dato la maggiore soddisfazione personale e perché?

Ciò che mi dà più soddisfazione sicuramente è la conduzione. Con la conduzione sento di poter esprimere la mia vera personalità e di potermi permettere di essere anche un po’ più onesta, spigliata e di divertirmi come farei io veramente nella vita reale.

Total look Dolce & Gabbana, necklace Luisa Spagnoli

«Oggi sono un po’ più pragmatica, analizzo meglio le situazioni, mi rendo conto di quando una cosa magari non fa per me e la scarto»

Come sei cambiata dagli inizi del tuo percorso ad oggi?

Forse quando ero un po’ più giovane, agli inizi della carriera, sperimentavo molto di più, mi buttavo a capofitto in più cose. Ero nella fase dei vent’anni, quella in cui su crede moltissimo nei propri sogni e si fa di tutto per inseguirli. Oggi sono un po’ più pragmatica, analizzo meglio le situazioni, mi rendo conto di quando una cosa non fa per me e la scarto. Per esempio, un lato importante della mia carriera, che era importante per me all’inizio e che poi ho abbandonato, è quello della musica. Ho provato a intraprendere una carriera in ambito musicale, ma ho riscontrato un terreno poco fertile per me in quel momento e ho saggiamente deciso di lasciare la musica da parte e mantenerla solo a livello di passione personale.

Lodovica Comello
Total look Gianluca Saitto, necklace Swarovski, bralette Intimissimi

«Sono contentissima, perché è un ritorno alla TV dopo due anni di assenza»

Ti vedremo dal 17 giugno su Real Time con il programma Spose in Affari. Come ti senti riguardo a questo nuovo ruolo e puoi anticiparci qualcosa?

Sono contentissima, perché è un ritorno alla TV dopo due anni di assenza, quindi lo sto affrontando con grande entusiasmo. Nel programma io sono battitrice d’asta e quindi sto esplorando questo nuovo aspetto della conduzione in cui non mi ero mai cimentata.

La coppia inedita con Enzo Miccio credo che darà molte soddisfazioni. Poi ho scoperto questo mondo vastissimo degli abiti da sposa, c’è un parterre di donne alla costante ricerca dell’abito dei sogni, ma c’è anche un tema importante di recycling, perché sono tantissime le donne che decidono di non giustificare la produzione di naftalina nel mondo, di rimettere a disposizione il proprio abito. Lo mettono a disposizione ad altre donne per ridargli una nuova vita, una nuova dignità e una nuova storia.

Total look Ermanno Scervino, jewels Swarovski

«Trovo difficile riuscire a rimanere a galla, perché la competizione è altissima ed è solamente chi ha veramente qualche cosa da raccontare a sopravvivere in questo mare di pesci»

Sei stata legata per 6 stagioni al programma Italia’s got talent dove hai avuto l’opportunità di scoprire numerosi nuovi talenti. Noi esploriamo il mondo dei talenti emergenti. Come vedi il panorama dei giovani talenti italiani?

Lo vedo molto variegato, perché il web pullula di idee, di talenti emergenti e soprattutto di opportunità. È molto facile per un giovane di oggi arrivare agli occhi e alle orecchie delle persone, è molto facile diventare virali, è molto facile fare breccia negli interessi delle persone. Ciò che trovo più difficile è riuscire a rimanere a galla, perché la competizione è altissima, c’è tantissima roba di tutto ed è solamente chi ha veramente qualche cosa da raccontare, chi è diverso in qualche aspetto a sopravvivere in questo mare di pesci.

Hai affrontato una varietà di ruoli, ma anche nella tua vita personale sei cresciuta, diventando madre e condividendo il tuo percorso genitoriale nel podcast di successo L’Asciugiona. Come è cambiata la tua vita da quando sei diventata mamma?

La vita è stata completamente stravolta. Però è uno stravolgimento assolutamente incredibile, fatto di un amore completamente nuovo e della scoperta di un amore che continua giorno dopo giorno. Sicuramente ho imparato a mettere me stessa un po’ più da parte, a differenza di quanto ho sempre fatto per tutta la mia vita, in cui mi sono anteposta, giustamente, a tutto il resto.
Adesso le necessità, i bisogni e la felicità di mio figlio sono ovviamente al primo posto della nostra classifica.

Lodovica Comello
Total look Gianluca Saitto, necklace Swarovski, bralette Intimissimi

«Ci vuole un pizzico di incoscienza nel decidere di intraprendere questo cammino»

Come mantieni un equilibrio tra la tua vita professionale e la tua vita privata, specialmente considerando il ruolo di madre?

Il fatto di essere una libera professionista mi facilita molto e anche il fatto che lo sia mio marito, nel senso che riusciamo a palleggiarci un po’ il nostro ruolo a seconda delle esigenze.

Non abbiamo, al di là della scuola, una grande rete di supporto, perché siamo lontani dalle famiglie, una parte in Argentina, un’altra parte in Friuli, quindi ci basiamo unicamente sulle nostre forze, sulla nostra capacità di organizzare e programmare. Ma ce la facciamo.


Credi che per una donna oggi sia facile decidere di diventare mamma?

No, decidere di diventare mamma è la scelta più difficile che una donna possa trovarsi a fare. Come dicono in molti, ci vuole un pizzico di incoscienza nel decidere di intraprendere questo cammino, perché se uno si soffermasse veramente a pensare a tutti i bastoni tra le ruote che la genitorialità comporta, opterebbe subito per il no. Sono tante le difficoltà. Innanzitutto, partendo dalla divisione dei ruoli con il partner, credo che vada tutto studiato a tavolino, perché altrimenti si finisce per perseguire di default il modello tradizionale che vede la donna dedicarsi ai bambini e alla casa e il marito lavorare tutto il giorno; questo alla lunga porta inevitabilmente a insoddisfazioni personali e a malumori.
Poi va studiata una rete di supporto attorno alla famiglia, però le strutture sono care, inadeguate, che è qualcosa che porta le madri, spesso e volentieri, a scegliere di abbandonare la carriera e quindi la propria realizzazione personale. Si deve tenere conto anche dell’aspettativa culturale che gravita attorno alle mamme, perché si pretende tutto da loro, le si esige costantemente super performanti, assolutamente felici e appagate nel loro ruolo. Si deve tenere conto del discorso dei congedi parentali che sono insufficienti e dello scarsissimo supporto da parte delle aziende.
Insomma, credo ci sia bisogno che istituzioni e aziende si parlino per garantire ai genitori un’esperienza di genitorialità valorizzata e supportata sia a livello organizzativo che economico.

«Durante la gravidanza, per la prima volta in vita mia mi sono sentita giusta così. Mi sono piaciuta, mi sono sentita molto femminile, mi sono sentita anche sexy»

Qual è il tuo rapporto con il tuo corpo? 

Ho avuto un rapporto molto conflittuale per tutta la mia vita con il mio corpo. Ho sempre trovato un miliardo di difetti che ho cercato di mascherare, di nascondere.
La gravidanza per me è stato un punto di svolta, per la prima volta in vita mia mi sono sentita giusta così. Mi sono piaciuta, mi sono sentita molto femminile, mi sono sentita anche sexy e quindi da lì in poi ci ho fatto pace, ecco, e adesso lo vivo con molta più serenità.

Lodovica Comello
Dress Dolce & Gabbana, earrings Swarovski, shoes Renè Coavilla

«Mi piacerebbe mettermi alla prova recitando in un’altra lingua»

Guardando al futuro, quali altri ambiti o progetti vorresti esplorare nella tua carriera? C’è qualcosa che ancora non hai fatto ma che desideri fare?

Mi piacerebbe tantissimo riprendere il cinema, che è un ambito che ho frequentato ma da qualche anno ho abbandonato e perché no, mi piacerebbe mettermi alla prova recitando in un’altra lingua.
Sognando in grande, un progetto all’estero sarebbe molto bello. Dopodiché vorrei andare avanti nel mondo del podcast. Con L’Asciugona mi sono divertita tantissimo, ho trovato un terreno molto fertile, sentivo di avere delle cose da dire. Sto tuttora scrivendo per un podcast, devo ancora capire bene che titolo dargli, ma sarà una nuova versione di me.

Crediti team:

Photographer RICCARDO LANCIA

Stylist LUIGI D’ELIA

Producer JESSICA LOVATO

Videomaker ALEXANDRE JOUX

Make up & hair MARIA TERESA FATTIBENE

Stylist assistant MELISSA VITELLI

FacebookLinkedInTwitterPinterest

© Riproduzione riservata