RISTORANTE LA PIEDIGROTTA: A VARESE, UN ANGOLO DI COSTIERA AMALFITANA

Ci troviamo a Varese, nella caratteristica piazza del Podestà. Da qui il nostro sguardo incrocia una piccola stradina, via Gian Domenico Romagnosi. La imbocchiamo. Dopo appena qualche minuto di passeggiata ci imbattiamo in un locale, ma non un locale qualsiasi. Quello che dall’esterno potrebbe apparire come una tradizionale pizzeria, in realtà cela molto di più. Varcandone la soglia, infatti, uno scenario ben lontano da Varese, distante addirittura 1000 km, si palese dinnanzi a noi, svelando un’atmosfera squisitamente partenopea e verace. Ristorante La Piedigrotta ci dà così il benvenuto, accogliendoci come solo la Costiera Amalfitana sa fare, all’insegna del calore e della convivialità.

Fondato nel 1974 da Gaetano Cioffi, il locale è oggi gestito dal figlio, Antonello, appassionatissimo di cucina e di pizza in particolar modo. Portando avanti la consolidata tradizione radicata nella storia del ristorante, l’attuale proprietario punta sulla massima qualità delle materie prime senza compromessi, aggiungendo una buona dose di sperimentazione. E proprio per questo definire Antonello come un “semplice pizzaiolo” risulta assai riduttivo; il suo modo di concepire il prodotto italiano per eccellenza, la pizza, è semplicemente unico e ineguagliabile.

Ristorante La Piedigrotta
La pizza del Ristorante La Piedigrotta

La pizza napoletana ha un look tutto nuovo con le proposte sperimentali di Menu Experience

Quest’ultimo aspetto è visibile come non mai all’interno di quello che il ristorante definisce “Menu Experience”, un autentico viaggio in cui gli ingredienti principi del famoso piatto napoletano diventano protagonisti. Gli immancabili di ogni Margherita che si rispetti – pasta, pomodoro e mozzarella – vengono reinventati e utilizzati in preparazioni che “sembrano ma non sono”, coinvolgendo l’occhio e il palato in un piacevole gioco illusorio.

In altre parole, quella che senza ombra di dubbio appare come una classica lasagna è in realtà un piatto che simula l’estetica di una lasagna, svelando però in bocca l’inconfondibile gusto della pizza napoletana (e stesso discorso vale per tagliatelle, amatriciana e molti altri primi della nostra tradizione). Ma non è tutto. Antonello, nel suo processo di sperimentazione, si spinge ancor più in là, proponendo inoltre sushi, hamburger e hot-dog, tutti rigorosamente realizzati con gli ingredienti della pizza. E per chiudere il pasto in bellezza, tiramisù di pizza, cheesecake di pizza e, come omaggio a Napoli, sfogliatelle di pizza.

«Sono un pizzaiolo compulsivo, appassionato di quello che reputo il più semplice e fantasioso cibo plebeo del mondo: la pizza» ci dice lo stesso Antonello Cioffi. «La mia compulsione sta nel fatto che non riesco a fermarmi nell’elaborarla, smontarla, rimontarla, innovarla, trasformarla, cambiarle vestito e creare ricette inaspettate. Cosa che ho fatto in tutti questi anni, peraltro sempre partendo da un rigoroso rispetto della tradizione napoletana».

Ristorante La Piedigrotta: da 50 anni, un mix perfetto di tradizione e innovazione

Nel 2024, il ristorante La Piedigrotta compie ben 50 anni; anni di cucina, dedizione e amore per il proprio mestiere. Grazie alle sue materie prime sempre freschissime e una sapiente lavorazione delle stesse, il locale è diventato nel tempo una vera garanzia, sinonimo di tradizione e innovazione abilmente intrecciate. Dalla più classica e golosa Margherita alle pizze più sperimentali e destrutturate (la Giardino Fiorito in primis), La Piedigrotta offre un’esperienza multisensoriale inimitabile. Una dimensione in cui, come affermato da Antonello, «tutto – palato, olfatto, vista, udito e tatto – è coinvolto per raggiungere una pura estasi gourmet».

Pizza
La pizza del Ristorante La Piedigrotta

In ultimo, ma non per importanza, dal 2019 il ristorante varesino è parte della famiglia Maison Krug, prestigiosa casa di champagne, diventando prima pizzeria al mondo Krug Ambassador. Condividendo con la nota realtà francese valori quali eccellenza indiscussa dei prodotti, innovazione e desiderio di stupire, La Piedigrotta abbina alla sua proposta culinaria un’ampia offerta beverage attentamente studiata. «Non temo di accostare la semplice e popolare pizza con la signorile nobiltà degli champagne firmati Maison Krug» dichiara fiero Antonello Cioffi, che, sempre mosso dalla volontà di sperimentare, ha individuato negli anni pairing perfetti per rendere l’esperienza by La Piedigrotta ancor più speciale. Ce n’è davvero per tutti i gusti: con un’imponente e variegata carta vini, che conta quasi 2000 etichette, individuare l’abbinamento più adatto a sé diventa semplicissimo. C’è solo l’imbarazzo della scelta.

FacebookLinkedInTwitterPinterest

© Riproduzione riservata