Christie’s celebra l’eredità di Vivienne Westwood con un’asta da record

Londra, fucina di creatività e apice dell’avanguardia nella moda, ha recentemente ospitato un evento senza precedenti per onorare una delle sue figlie più rivoluzionarie: Vivienne Westwood. Christie’s, l’illustre casa d’aste, ha aperto le porte alla mostra e all’asta dei capi del guardaroba personale di Westwood, un’occasione che ha attirato collezionisti, estimatori e appassionati da ogni dove.

Con un incasso totale di 754.488 sterline, l’asta si è distinta per la sua generosità e l’impegno verso le cause benefiche. Ogni lotto è stato aggiudicato al 100%, con i proventi devoluti a organizzazioni di spicco come The Vivienne Foundation, Amnesty International, Medici Senza Frontiere e Greenpeace. Non solo un trionfo finanziario, ma anche un tributo tangibile alla vita e all’impegno etico e sociale di Vivienne Westwood. Andreas Kronthaler, marito di Vivienne e Direttore Creativo di Vivienne Westwood ha espresso il suo entusiasmo per il risultato dell’asta: «Che giornata meravigliosa in cui svegliarsi. Grazie Christie’s…tre quarti di milione raccolti per Greenpeace, The Vivienne Foundation, Amnesty International e Medici Senza Frontiere

Parallelamente, la mostra The Personal Collection si è svolta presso la sede di Christie’s in King Street, a Londra, nel mese di giugno e ha attirato oltre 20.000 visitatori.

I capolavori di Vivienne Westwood all’asta

I pezzi della designer attivista venduti all’asta da Christie’s sono tutti oggetti emblematici della carriera di Westwood: abiti, gioielli e accessori e The Big Picture, la collezione di carte da gioco di Vivienne, venduta a favore di Greenpeace. Tra i capi d’abbigliamento spicca il corsetto in taffetà di seta color tortora, indossato nel 1998 al V&A Museum di Londra e venduto per 32.760 sterline. Il Cinderella dress, battuto per 25.200 sterline, con in raso blu con scollo ampio, ispirato a un costume da balletto incarna l’estetica eclettica e il rigore artigianale di Westwood. Ciascun dettaglio riflette l’impegno della stilista nel creare capi destinati a perdurare nel tempo, sia fisicamente che simbolicamente.

Vivienne Westwood Christie's Asta
Tre abiti dalle collezioni: “Propaganda”, “Dressed to Scale” & “Witches”

Ogni abito e gioiello venduti all’asta portano con sé il ricordo di una figura che ha usato la moda come veicolo per promuovere il cambiamento sociale. Secondo Sacha Deshmukh di Amnesty International, «Dame Vivienne Westwood era una ribelle con una causa, una pioniera e una provocatrice che lottava instancabilmente per un mondo più giusto.»

Tra i pezzi chiave dell’asta, anche gioielli e accessori, tra i quali un girocollo a tre file di perle con un orb sovradimensionato in metallo dorato. Natalie Roberts di Medici Senza Frontiere ha espresso gratitudine per il gesto di Westwood: «Anche se ci ha lasciati nel 2022, la sua eredità di sfida alle norme e di promozione di cause vitali continua a risuonare.» Questi oggetti non sono semplici ornamenti, ma testimoniano l’impegno della stilista per la sostenibilità e la bellezza senza tempo.

Vivienne Westwood Christie's Asta

Vivienne Westwood indossa un abito della collezione “Dressed to Scale”
(© Richard Young / Shutterstock)

Il messaggio rivoluzionario di Vivienne Westwood

Le parole di John Sauven, ex Direttore Esecutivo di Greenpeace UK, risuonano come un tributo sincero a una vita dedicata all’arte e all’attivismo: «La vita di Vivienne è stata definita dall’attivismo e una delle sue ultime azioni è stata quella di firmare generosamente le carte da gioco vendute da Christie’s, in occasione di un’asta storica per raccogliere fondi per le cause benefiche da lei sostenute

L’eredità di Vivienne Westwood è più che moda; è un’espressione di coraggio, creatività e compassione. Il suo messaggio di cambiamento e speranza è inciso in ogni cucitura, in ogni gioiello, come un promemoria tangibile della sua vita dedicata alle cause ambientali, etiche e sociali. Natalie Roberts di Medici Senza Frontiere ha aggiunto: «Questo atto di generosità amplifica la nostra missione di fornire assistenza medica negli ambienti più difficili, ricordandoci il profondo impatto di parlare e intraprendere azioni coraggiose.»

Vivienne Westwood
Vivienne Westwood alla marcia Don’t Extradite Assange, per protestare contro l’estradizione di WikiLeaks Julian Assange negli Stati Uniti

Vivienne Westwood non ha solo influenzato la moda; ha plasmato un movimento che ha trascendato i confini del design. Questo evento storico non semplicemente ha celebrato il suo talento, ma ha anche assicurato che il suo spirito ribelle e la sua visione continuino a ispirare e a influenzare le generazioni future.

FacebookLinkedInTwitterPinterest

© Riproduzione riservata