Alan Gelati: My lights & Shadows

Una mostra fotografica che segna un nuovo inizio per l’hotel della Lungarno Collection che torna ad ammaliare il suo elegante pubblico dopo due anni di chiusura. Valentina Ciarallo, storica dell’arte e curatrice indipendente, specializzata in linguaggi del contemporaneo, regala alla città di Firenze un piccolo gioiello estetico che vede protagonisti gli scatti di Alan Gelati in “My lights & Shadows” esposti negli spazi del Gallery Hotel Art di Vicolo dell’Oro.

“La mia fotografia, il mio passaggio su questo pianeta è un frammento di infinito” dichiara il celebre fotografo dei personaggi dello star system tra cui Nicole Kidman, Sean Penn, Francis Ford Coppola ed Eva Herzigova. Effettivamente è così. Nella sua arte si viene rapiti da un qualcosa che, una volta visto, rimane in memoria per molto tempo regalando la sensazione di aver visto un qualcosa di unico e bello che resta.

Nella selezione di scatti in bianco e nero, presentati per la prima volta in Italia e già diventati emblematici, emerge “Plastic”, dal nome dello storico locale notturno milanese, un preludio dell’identità mutevole, avanguardia creativa in un presente aperto ai cambiamenti e alla fluidità di genere. Conquistano i nudi che richiamano alla mente le statue dell’antica Grecia e  poi le mani,potentemente  comunicative  e  simbolo  di  legami  forti,  sia  che  siano  ritratte  in  primo  piano o in un abbraccio complice.

Alan, gioca sui close up: ogni scatto è frutto di un’empatia che viene a crearsi tra lui e il soggetto che si pone di fronte all’obiettivo. Ritratti sofisticati, elegantemente attraenti ma colmi di sincerità. “Lui sa cogliere la bellezza assoluta in ogni sguardo sia che si tratti di un’espressione, un sorriso o di un gesto ironico” dichiara Valentina Ciarallo che è riuscita con questa mostra a fare una cosa rara: emozionare.

© Riproduzione riservata

x

x