chris burt-allan: THE MENSWEAR EXPERT

Definito come “il guru globetrotter del menswear”, Chris Burt-Allan è un influencer di moda, viaggi e lifestyle. Prima di diventare un influencer? Si occupava di positioning e marketing strategico per le aziende, portando anche avanti una carriera di modello fino a quando tre anni fa apre il blog: astylishman e, dopo il successo ottenuto, decide di lanciarsi definitivamente come nuovo tastemaker digitale.

Come immagini l’evoluzione dei social e del tuo lavoro?
Tutti gli indicatori mostrano una crescita indefinita del digitale. Ovviamente, sempre più persone e brand si occuperanno di Influencer Marketing e tutta l’industria si adeguerà agli standard del business. Detto questo, cerco di evitare le situazioni in cui vengo “venduto” come un influencer, perché riduce il valore. Voglio essere riconosciuto come qualcuno in grado di dare un contributo unico. Non ho dubbi che il mio lavoro diventerà più intenso, come è già successo in passato. Mi piace la mia vita, spinta dal desiderio di migliorarmi e di condividere le mie esperienze. Il fatto che si possa fruire di più opportunità grazie alle mie relazioni digitali e alle mie abilità nel condividere idee, è impagabile. Non potrei mai smettere.

Cosa piace agli uomini di oggi, parlando di moda?
L’espressione di sé. Tutto si riduce a comunicare un messaggio. A patto che se ce ne sia consapevolezza, la gente vuole trasmettere qualcosa attraverso gli abiti. Potrebbe essere “Ho gusti sofisticati”, “Voglio essere rispettato”, “Sono ricco”, “Non scherzare con me” o anche “Non mi interessa la moda”. Credo sia tutto legato al mostrare chi si è o che percezione dare di sé.

I tuoi must del guardaroba?
Calzoncini su misura, pantaloni a vita alta (lana/corduroy/tweed/lino/denim), maglioni a dolcevita, stivali e cropped jacket. Indosso molti tipi di scarpe diverse. Dal casual al formale, scelgo Church’s.

Un consiglio beauty per gli uomini che vogliono sempre presentarsi al meglio?
Gustate il processo di prendervi cura di voi stessi, e non restate imbrigliati nella trappola della perfezione.

Perché le persone ti seguono? E perché, chi non lo fa, dovrebbe?
Dovresti chiederlo ai miei followers! Spero che sia perché sono interessati a ciò che faccio nella vita e al mio modo di vedere le cose, sempre con energia.

Photographer| Joe Harper
Stylist| Giorgia Cantarini

®Riproduzione Riservata

© Riproduzione riservata