Come collegare i tuoi ambienti interni ed esterni

È naturale pensare a casa e giardino come due entità separate con uno stretto confine nel mezzo; l’arredamento da giardino è molto diverso rispetto a quello per esterni. Tuttavia, collegare gli spazi interni ed esterni, anche se è solo un piccolo giardino o terrazza, può aiutare un interno a sentirsi più grande. 

Con l’esterno collegato alla casa il tuo occhio vedrà più lontano e una stanza che si affaccia sul giardino apparirà più grande.

Per questo motivo, quando progetti una nuova estensione o rimodelli la tua zona giorno per uno spazio openspace, devi considerare alcuni punti chiave per collegare gli spazi interni ed esterni.

Utilizza molto i vetri

Potenzia gli elementi vetrati sul retro della casa e farai parte della stanza sia del giardino che del cielo. Potresti essere in grado di aggiungere lucernari a uno spazio esistente, oppure considera l’installazione di finestre con vista sul giardino se il design originale della casa ha lesinato su queste.

Le poltrone sono pensate principalmente per la lettura, ma avere una bella vista sul giardino ha un suo perché. Le finestre possono creare una vista inaspettata di un giardino o di un paesaggio, quindi usa i vetri come cornice.

Usa lo stesso pavimento all’interno e all’esterno

Un pavimento che si estende dall’interno all’esterno attirerà lo sguardo all’esterno grazie alla finitura continua. 

Tieni presente che le piastrelle utilizzate all’esterno devono essere adatte all’uso in tutte le condizioni atmosferiche. Devono essere resistenti al gelo e avere un’ulteriore resistenza allo scivolamento; quindi, non rappresentano un pericolo quando sono bagnati. 

Piuttosto che un grande patio pavimentato per tutta la larghezza della casa, dividilo in una serie di zone. Ognuno può avere la propria finitura del pavimento, da utilizzare per diverse attività, come cucinare, mangiare all’aperto e rilassarsi.

Sostituisci un muro con una porta a vetri

Per la massima connessione al tuo spazio esterno, sostituisci un muro solido con uno che puoi vedere attraverso le moderne porte a vetri.

Le porte a soffietto con telaio stretto sono una scelta popolare per creare un collegamento interno esterno senza soluzione di continuità, con molti stili, colori e dimensioni disponibili.

Se l’obiettivo è introdurre più luce naturale, vale la pena considerare anche le porte scorrevoli. Con meno montanti, lasciano entrare più luce solare e, poiché possono essere aperte solo per metà della larghezza delle pieghe, offrono una buona copertura se si desidera che metà del retro della casa rimanga aperto sul giardino. 

Scegli i materiali con attenzione

Incorporare finiture esterne che di solito sono considerate scelte per interni e viceversa, sfuma efficacemente i confini tra le due aree. Un muro di mattoni a vista o dei mattoni a vista in una cucina abitabile, ad esempio, possono collegare le due aree della casa. 

In alternativa, dipingi le pareti del giardino e le recinzioni nelle tonalità spesso utilizzate all’interno: assicurati solo che sia una vernice o una macchia esterna adatta alla tua superficie. Puoi anche mettere le piastrelle da parete sulle fioriere all’esterno, ma controlla prima che siano resistenti al gelo (di solito le piastrelle in gres porcellanato lo sono). 

Pensa bene all’illuminazione

Non lasciare che il tuo giardino scompaia una volta che il sole tramonta. Un buon sistema di illuminazione ti aiuterà ad apprezzare lo spazio fino a quando non andrai a letto. Proprio come al chiuso, un sistema di illuminazione esterna deve essere costituito da strati. 

Pensa ai percorsi di illuminazione, ai bordi dei letti e alle luci di lavaggio su o giù per muri e recinzioni. Evidenziare le caratteristiche come, ad esempio, le piante con forma architettonica, un albero, o una scultura da giardino. 

Per l’atmosfera, pensa alle lucine da esterno appese a un pergolato o seguendo la forma di un albero. 

© Riproduzione riservata