Creative by Nature, si conclude la mostra di MANINTOWN a Pitti Uomo 101

Creative by Nature - Location

Dare uno spazio ai brand artigianali, sostenibili e Made in Italy, nel contesto internazionale di Pitti Uomo edizione 101: con Creative by Nature, MANINTOWN torna a parlare dei fashion maker che mettono il saper fare italiano al centro della loro filosofia.

La speciale esibizione si è tenuta all’interno di una location unica nel suo genere, durante Pitti Uomo 101: la Serra fredda dell’Orto Botanico Giardino dei Semplici”; oasi creata dai Medici come giardino di piante medicinali (i Semplici) nel 1545, è fra gli Orti più antichi al mondo.

In esposizione i fashion maker che hanno dimostrato abilità nel coniugare le tradizioni della manifattura italiana con nuove tecnologie e twist fashion attento alla sostenibilità. Alcune di queste realtà, infatti, sono fondate sul concetto del riciclo e riutilizzo creativo. In esibizione, le creazioni di Artichoke Bags, BGBL Bouncing Bags, De Marquet, Je Suis Vintage, Mani del Sud, Sabelle Atelier, The Scius Concept, Yekaterina Ivankova e Xacus.

Conosciamo i partecipanti di Creative by Nature.

Artichoke

Artichoke è un marchio fondato nel 2017 da Lorenzo Scotto che parte dallo zaino per definire l’estetica del suo brand. Golfista per professione, Lorenzo concepisce una linea di zaini leggeri e resistenti in materiale riciclato che semplifica le valigie da viaggio, da sempre o troppo piccole o troppo pesanti.

De Marquet

De Marquet è il nome della mia bisnonna, un’aristocratica viennese e rappresenta per me perfettamente la tradizione familiare di tramandarsi da una generazione all’altra oggetti dal valore speciale”, dichiara Raffaella Iten Metzger, founder e volto del brand svizzero nato nel 2016. Forte design e funzionalità sono le chiavi che portano al successo le borse del marchio De Marquet che si avvale di artigiani toscani per la realizzazioni delle bag. Il quid in più è la cover intercambiabile che permette a chi possiede una borsa del brand, di poterla adeguare in base al look.

Mani del Sud

Con Mani del Sud, i papillon non sono accessori maschili datati ma veri dettagli glamour. Raffaele Stella Brienza lavora artigianalmente le sue creazioni ispirandosi ai luoghi della sua infanzia nel quale riaffiorano, melanconici, i ricordi in Basilicata. Dettagli unici, realizzati con tessuti pregiati che danno vita a un’eleganza contemporanea che unisce tradizione italiana a visioni future.

The Scius Concept

Nasce a Firenze, il marchio The Scius Concept, fondato da Nicolò Biagini di Casaletto. L’etichetta produce Furlane completamente Made in Italy. Le slipper lussuose e legate alla tradizione fiorentina sono realizzate a mano e con materiali ecosostenibili.

Xacus

Xacus è, per antonomasia, il marchio di camice per uomo e donna più apprezzato dalle nuove generazioni e non solo. Una realtà che vanta una storia con solide fondamenta e che ha inizio nel 1956, quando Alberto Xoccato, visionario artigiano veneto, fonda Xacus: acronimo di Xoccato Alberto Camiceria Uomo San Vito di Leguzzano, un piccolo atelier industriale attivo all’interno della soffitta di casa. Uno stile raffinato che si esprime attraverso cura nei dettagli e linee semplici ma riconoscibili.

Je Suis Vintage

Je Suis Vintage è un progetto ideato dai due giovani imprenditori partenopei Antonio Pignatiello e Giuseppe D’Urso che punta su un concetto di moda eco-sostenibile ed etica. L’upcycled è uno dei principi cardini del marchio che, attraverso il recupero di scampoli di tessuto, crea pezzi unici, dallo stile contemporaneo.

Sabelle Atelier

Sabelle Atelier nasce dalla passione e amicizia di Sabina Giangreco e Letizia Tomacelli, che fondono il marchio sotto il segno dell’etica del riuso. Sartorialità e creatività sono principi fondamentali dell’etichetta che recupera vecchie pellicce per dar loro una nuova vita. Suggestioni etniche, folk e accessori di valore, sono gli strumenti che Sabelle usa per arricchire e rimodernare ogni pelliccia.

BGBL

BGBL nasce nel 2018 come brand di borse influenzato dallo sport. Principio cardine del marchio è il riciclo e un mix and match di pelle di alta qualità e materiali recuperati da società sportive, come palloni e divise. Proprio in occasione della mostra Creative by Nature BGBL ha collaborato con l’artista pop londinese Endless per una borsa all’insegna della street art e del basket.
L’artista ha personalizzato il modello B-one di BGBL. Il ricavato della vendita della borsa che l’artista ha personalizzato, verrà donato in beneficenza per supportare le attività legate al basket in questo periodo di pandemia.

Infine, Yekaterina Ivankova, il marchio fondato dall’eponima stilista nata in Kazakhstan che si è trasferita in Italia nel 2000. Alla base del suo brand, la passione per l’arte contemporanea che trasferisce nelle sue creazioni che ridanno vigore ai capi vintage. “I nostri pezzi sono e saranno sempre unici: ognuno di loro è frutto di un processo di recupero e restyling e ha una storia da raccontare irripetibile. La sostenibilità per noi è il valore fondamentale, dalla a alla z. Non a caso che dalla scorsa stagione abbiamo deciso di eliminare anche l’etichetta, uno dei pochi oggetti che nella nostra collezione era necessario produrre. Vogliamo andare avanti mettendo al centro sempre di più il pianeta, dimostrando che si possono fare abiti veramente di grande appeal moda e che qualsiasi pezzo vecchio, accantonato e apparentemente non riutilizzabile può invece diventare un must”.

Il commento del curatore della mostra, Federico Poletti

Federico Poletti, curatore della mostra ed editor in chief di MANINTOWN, commenta: “Con il percorso Creative by Nature vogliamo dare visibilità sia ad aziende più strutturate, sia a marchi di ricerca, tutti accomunati da un DNA artigianale in cui la tradizione è rivisitata in chiave contemporanea con un occhio attento alla sostenibilità. Un progetto che si sposa perfettamente con lo spirito e il rispetto verso la Natura che i visitatori potranno scoprire visitando l’Orto Botanico e le sue meraviglie. Un segnale di incoraggiamento in un momento complesso a livello mondiale. Un monito a non perdere di vista i valori fondanti del nostro Made in Italy, supportando la nuova generazioni di talenti che stanno investendo con energia e nuove idee nelle
loro start up e imprese responsabili
”.

© Riproduzione riservata