Diego-Go, il magico incontro fra fashion e homeware

Diego-Go è un progetto nuovo che si affaccia al fashion system con entusiasmo e tanta voglia di diversità. Diego-Go è sorriso e colore; afferma diversità ed inclusione, scopre l’universo latino e il valore di una famiglia nuova, imperfetta e sincera, la cosiddetta “familia desastre”.



Questo brand appena nato è frutto di un incontro magico e fortuito tra Diego Marquez, con una lunga esperienza come direttore creativo nella moda, e Massimiliano Lanza, proveniente dal mondo del digitale con una passione e un background artigianale nel mondo del pottery. Una sintonia inaspettata porta al concepimento di un marchio contemporaneo che il prossimo Gennaio 2021 presenterà la sua prima collezione di camicie unisex.



Il 2020, anno che verrà ricordato come un terremoto mondiale, può rappresentare un’opportunità di comunicare un messaggio forte e non convenzionale, dove le discipline, le categorie di prodotto e i background creativi più diversi si fondono. Ecco che al duo di Diego-Go si aggiunge Ana Villegas, illustratrice dall’immaginario poetico e dall’estetica dolce ma al contempo potente. Insieme pensano alle grafiche per la collezione in prossima uscita e decidono di tradurre la loro visione in una linea divertente e dissacrante di homeware e tableware con una proposta di ceramiche, in primis di piatti, coordinata alla collezione stessa. La casa mai come in questo momento rappresenta un luogo cruciale di personalità e ricerca visiva oltre che emozionale. Il piatto non solo diventa un oggetto da esibire e scegliere con grande attenzione, ma porta nella mise en place una nuova comunicazione.



A questo si aggiunge infine l’incontro con un altro artista dell’eyewear, Marco Melis, che dagli anni ‘90 si specializza in montature custom made per celebrity del calibro di Spike Lee e Monica Bellucci. Qui nasce il primo occhiale Diego Go, un unico modello in colori classici e lenti piattissime, che connota una personalità vintage e outsider.

Il loro goal? Creare un mondo personale e multidisciplinare.



®Riproduzione riservata / All rights reserved

Autore

Condividi