Focus on watches

Hanno vinto la sfida più difficile per un orologio, quella dell’impermeabilità, ma il fatto di essere dei vincenti è solo uno dei motivi per i quali i modelli subacquei sono tanto apprezzati. Indipendentemente dal fatto che ci li porta decida o meno di immergersi nelle profondità del mare, essi piacciono per il loro look, tecnico ma perfettamente adatto a tutte le situazioni dalla spiaggia alla vita di città. Una versatilità che fa sì che anche quest’anno non siano mancate numerose proposte in questo senso, ma per orientarsi al meglio tra le novità di quest’anno, quali sono esattamente le caratteristihe dei modelli subacquei?
La cassa è quasi sempre tonda in quanto forme particolari o spigolose mal si accordano con le esigenze d’impermeabilità.
Presente solo su modelli professionali la valvola dell’elio serve ad evitare che il vetro dell’orologio esploda dopo una lunga permanenza sott’acqua in una campana.
La lunetta deve essere girevole ed unidirezionale perchè il fatto che si muova soltanto in senso antiorario fa sì che, in caso di urti accidentali, segnali sempre un tempo (ad esempio quello trascorso in immersione), superiore a quello reale.
Il quadrante deve essere leggibile anche in profondità e quindi semplice e ben illuminato.
Una curiosità: le prove di tenuta stagna, sui modelli impermeabili fino a 100 metri e oltre sono eseguite su tutti gli esemplari prodotti (mentre le prove riferite alle impermeabilità inferiori sono eseguite a campione) e prevedono l’immersione in acqua, ad una temperatura di circa 18 gradi, quindi anche i modelli subacquei non dovrebbero mai essere indossati per fare un bagno caldo o una sauna.



 

 

@Riproduzione Riservata

© Riproduzione riservata