Giornata della Terra 2022, l’impegno della moda per un futuro sostenibile

Il 22 aprile 2022 ricorre la Giornata della Terra: un giorno commemorativo per sensibilizzare le persone sulla salute precaria del pianeta, sul degrado provocato dall’uomo, sempre meno rispettoso dell’ambiente.

L’Earth Day è ritenuta la più grande manifestazione ambientale in assoluto, fortemente voluta dal senatore statunitense Gaylord Nelson nel 1970 in seguito ad alcune manifestazioni di protesta innescate da alcuni studenti contro la guerra in Vietnam. Sentimento di aspra insofferenza che venne nutrito, un anno prima, dall’incendio di una piattaforma petrolifera al largo di Santa Barbara, in California. “Se non sei parte della soluzione, sei parte del problema“: questo slogan fu il manifesto della dimostrazione, che aprì alla stagione di manifestazioni future.

La moda, che è la seconda industria più inquinante al mondo dopo il settore petrolifero, da qualche anno si è portata avanti sul progetto green che vede, con il Fashion Pact, diversi marchi di moda firmatari per attuare le prime misure per arginare l’eccessivo abuso delle materie prime (cotone in primis) e contenere le emissioni di CO2 sprigionate nell’aria. Un primo passo su una lunga corsa per un futuro migliore. I primi a sottoscrivere il “patto” sono stati Kering, Armani Group, Adidas, Hermès, Nike, Prada, Salvatore Ferragamo, Stella McCartney, Farfetch, Ermenegildo Zegna, Diesel, Adidas, Lacoste, Moncler, Mango (qui tutta la lista).

Blauer Usa celebra la Giornata della Terra con una capsule eco!

Blauer Usa, brand sportswear Made in Italy, lancia una capsule di piumini sia per uomo che per donna con imbottitura leggera ed ecologica Repreve, ricavata dal riciclo delle bottiglie di plastica per un uso ecosostenibile. Il primo step sulla sostenibilità è proprio il recycling, attraverso questa operazione, infatti, si riducono gli sprechi e si dà una nuova vita ai rifiuti.

Giubbino con imbottitura ecologica

La tote bag di THEMOIRè

THEMOIRè, brand conosciuto per la sua attenzione all’ambiente nella vita di tutti i giorni e nella produzione delle sue collezioni, in occasione della Giornata Mondiale della Terra presenta il nuovo modello ARIA, dal greco αήρ, ninfa strettamente legata ai concetti di vento, luce e cielo, caratterizzato da pieghe verticali che ricoprono tutto il corpo della borsa, ispirate dalle foreste di canne di bambù.
In questa occasione, ARIA viene prodotta in un PU a base d’acqua – materiale vegan e completamente cruelty free, dall’aspetto liscio e soffice al tatto – con una fodera in fibra di bambù approvata dagli standard FSC (Forest Stewardship Council).
Per l’occasione è stata creata una special box tutta ispirata al bambù, per sensibilizzare a preservare la Natura e le specie che ne fanno parte.  

Il bambù è una pianta a rapidissima crescita che si auto-rigenera dalle sue radici, la sola sul pianeta che può crescere anche di un metro al giorno. Il bambù inoltre purifica l’aria fino al 30% in più rispetto a qualsiasi altra pianta e può tollerare condizioni estreme, basti pensare che è stato il primo esemplare a rinverdire dopo l’esplosione atomica di Hiroshima. 

THEMOIRè arricchisce la sua foresta con la piantumazione di nuovi esemplari di Bambusa vulgaris in collaborazione con Trees for Tribals India di Tree Nation, progetto che incoraggia la partecipazione delle comunità del luogo a percorsi di sviluppo sostenibile e gestione delle risorse naturali per risanare i paesaggi degradati e sviluppare l’economia locale. 

La tote bag eco-sostenibile

Frau

Chi ha detto che una calzatura sostenibile non sia fashion? Frau è da sempre attento al tema della sostenibilità. Oltre ad aver lanciato la capsule collection eco da uomo, nella nuova collezione donna Spring Summer 22 ha inserito materiali sempre più green. Una collezione di tendenza con una palette colori che abbraccia i toni della natura, avorio, sabbia e cuoio, fino all’exploit delle nuance pastello, fil rouge della linea calzature e accessori. L’attenzione ai dettagli e al mix di materiali si traduce in modelli che cavalcano i trend stilistici del momento. 

Mocassino Frau

Dior collabora con l’ONG Parley for the Oceans

Per Kim Jones, attuale direttore creativo di Dior Homme, l’Earth Day è una partnership con l’ONG newyorkese Parley for the Oceans per la realizzazione di una capsule collection dedicata all’abbigliamento mare per uomo. La collezione comprende sneakers logate, sandali, polo, borse da mare e parka. L’obiettivo è proteggere gli oceani, nel segno del motto “Parley Air: evita, intervieni e ridisegna”.

Questa prima collaborazione offre una selezione di pezzi rispettosi dell’ambiente, e incarna il desiderio della maison di orientarsi verso un futuro più innovativo e sostenibile per la moda”, dichiara la griffe parigina in un comunicato ufficiale, presentando la capsule come “una celebrazione unica della natura”.

Dior x Parley

Vilebrequin

Il marchio di beachwear di lusso per la primavera/estate 2022 collabora con The Woolmark Company lanciando il suo primo costume in lana Merino, dando una svolta sartoriale all’intera collezione. La collaborazione unisce 50 anni di know-how Vilebrequin (pensate che per realizzare un bermuda occorrono, in media, 32 passaggi), all’attenzione green di The Woolmark Company. La lana è l’eco-fibra per eccellenza, è 100% naturale, biodegradabile e completamente rinnovabile, in più è molto resistente e ciò permette di essere indossata più a lungo.

Bermuda in lana Merino di Vilebrequin

CDLP

Questa stagione, insieme ai colori neutri del nero, bianco e blu navy, Cdlp propone un’aggiunta di tinte gioiello come il blu zaffiro, il verde giada, il fucsia profondo, l’ultravioletto e il color menta. Tutti i costumi da bagno sono realizzati in Econyl, una speciale fibra di nylon di origine italiana rigenerata dai rifiuti oceanici e dalle discariche, e presentati con una Swim Bag composta da materiali di scarto a dimostrazione di un impegno costante da parte del brand verso la tutela dell’ambiente.

CDLP

© Riproduzione riservata

x

x