Givenchy by Riccardo Tisci: Spring Summer 2017 menswear collection

Tasche rimovibili, piccole applicazioni con specchi di cristallo, occhielli metallici sulle giacche, t-shirt sovrapposte in un gioco di volumi e misure, un continuo e affascinante incrocio di cerniere e zip che rendono i capi delle geometrie fluide, sempre in trasformazione verso qualcos’altro: questa è l’ultima collezione presentata nel cortile interbno della Lycée Janson de Sailly a Parigi dal direttore creativo di Givenchy, Riccardo Tisci, un designer la cui fama, ormai, cavalca passerelle gloriose. Un’impronta decisa, quella con cui Tisci sancisce il legame con la storica maison francese: ispirazioni spirituali, “elevate” dove la joie de vivre si palesa in ogni pattern, nelle pennellate camouflage dei capispalla, un inno alla solarità e all’apertura, che lascia a prima vista spiazzati rispetto al tono arrabbiato, controcorrente, delle ultime collezioni.

Tisci evolve, vede la felicità e la racconta attraverso una collezione che è ben proporzionata ed ha carattere: con gli invitati seduti su cubi alternati in bianco e nero (motivo ripreso anche dal designer in collezione) la sfilata è un mix perfetto di urbanwear e riferimenti optical, la matrice “americana” – paese in cui la popolarità del designer non conosce limiti – la si ritrova, come tributo, nelle stampe con la moneta statunitense sovrimpressa.

E le sagome passano, in un defilé che è una presa di coscienza dello stilista, un processo creativo intimo e molto chiaro.

www.givenchy.com

@Riproduzione Riservata

© Riproduzione riservata