Gli strumenti che non possono mancare in un Barber Shop che si rispetti

Quella del barbiere, figura che negli ultimi anni sta provando a rinascere grazie anche all’esplosione del trend legato alla moda hipster, resta una professione che richiede un’altissima specializzazione e che è a tutti gli effetti assimilabile a quella di un artigiano. Non bisogna fare l’errore di confondere un barbiere con un parrucchiere, perché nonostante le sue figure abbiano in comune l’ambito lavorativo, i primi hanno a che fare quasi esclusivamente con soggetti di sesso maschile e utilizzano strumenti e tecniche peculiari, in parte diversi da chi si occupa principalmente di acconciature femminili.  

Come dicevamo, essere un bravo barbiere presuppone una preparazione che esula dagli aspetti puramente tecnici, e che ricomprende anche quelli legati all’anatomia, ma soprattutto un senso estetico  e un concetto di eleganza non comuni. Un mestiere storicamente presente in tutte le epoche passate, dove l’estetica maschile, soprattutto per i ceti altolocati, era un aspetto peculiare e imprescindibile, e che oggi sta provando a recuperare il terreno perduto. Sono infatti sempre più frequenti le aperture di Barber Shop nelle nostre città, luoghi contrassegnati dalla classica colonna a strisce alternate bianche e rosse poste davanti alle vetrine, in cui la tradizione si unisce alla modernità per la creazione di nuove tendenze capaci di valorizzare l’aspetto maschile. 

Ecco una lista dei principali strumenti da lavoro essenziali di un barbiere, che sempre più spesso vengono arricchiti e personalizzati con nuovi prodotti e arnesi che ciascun professionista utilizza per arricchire la propria offerta. 

1) Forbici

Si tratta  come è facile capire dello strumento principe e immancabile per un barbiere, e rappresenta uno degli elementi che accomuna questa professione a quella del parrucchiere. Parliamo ovviamente di set professionali di altissima qualità come quelli offerti da www.forbicitech.it, capaci di garantire una precisione e una facilità di taglio che non può essere comparata a quella delle forbici comuni. Il filo di questi arnesi deve essere sempre ai massimi livelli, soprattutto perché ci si ritrova spesso a lavorare a pettine, e la manualità in questi casi, unita a uno strumento di qualità, fa la differenza. Oggi un barbiere utilizza tutta una serie di forbici e forbicine, ognuna con una propria funzione specifica e le proprie peculiarità. Chi vuol fare il salto di qualità, non può più limitarsi al cosiddetto starter kit. 

2) Rasoi elettrici e manuali

Se l’uso delle forbici è necessario sia per i tagli a pettine che per le rifiniture sia della capigliatura che della barba, la modernità impone l’utilizzo di rasoi elettrici capaci di raggiungere lunghezze altrimenti precluse con le semplici forbici. Esistono modelli di ad alimentazione a filo (più scomodi, ma con prestazioni più elevate) e quelli a batteria ricaricabile. Ogni rasoio dispone di regolatori di varie dimensioni, essenziali per le sfumature e per definire le linee del taglio. Stesso discorso lo possiamo applicare per i rasoi manuali. 

3) Pettini

Molte persone possono pensare che un pettine non possa fare la differenza e che i motivi della riuscita di un taglio risieda tutto nella manualità del barbiere. In parte è così, ma resta il fatto che ormai la serie di pettini a disposizione di questo tipo di professionisti è quasi sterminata e ciascuno di essi ha le proprie specifiche e la propria funzione. Mettiamo in questa categorie anche le spazzole che, nonostante siano meno utilizzate rispetto  ai saloni di bellezza per signore, non possono comunque mancare in un Barber Shop. 

4) Asciugacapelli

Questo è un altro strumento che accomuna la professione del barbiere a quello di un parrucchiere. Un taglio da uomo non avrà però bisogno di un diffusore, ma soltanto di una buona potenza e della possibilità di variare tra i vari flussi di calore.

5) Prodotti per l’acconciatura, oli e balsami per la barba

I primi sono senz’altro meno usati rispetto a un parrucchiere da donna, anche se gel, lacche e sempre più spesso le tinte per capelli, sono usate anche per le acconciature maschili. Sono decisamente più usati gli oli e i balsami utili sia ad ammorbidire i peli della barba e a tenerli in ordine, ma anche per l’idratazione della pelle sottoposta a stress durante il taglio.

®Riproduzione riservata / All rights reserved

Autore

Condividi