ICEBERG CHANGE THE FLOW: LA FRAGRANZA PER I RIBELLI

Iceberg Change The Flow

In occasione della presentazione della nuova fragranza maschile incontriamo James Long, il direttore creativo britannico del brand Iceberg, simbolo sin dagli anni 70 del concetto di sportswear deluxe.

James Long, direttore creativo di Iceberg

Oggi, James guida con orgoglio l’iconico brand di abbigliamento sportivo di lusso tra i più ambiti e ci racconta alcuni retroscena sulla creazione della nuova fragranza da poco lanciata sul mercato.

Si chiama CHANGE THE FLOW ed è audace, irriverente e inaspettata, pensata per chi si rifiuta di seguire le linee prestabilite e vuole definire le proprie regole. Insomma, una fragranza ispirata ad nuova generazione di uomini che vogliono cambiare lo status quo. Indossandolo per la prima volta non possiamo fare a meno di notare che il profumo è straordinariamente fresco, intenso e avvolgente…

Qual è l’ispirazione della nuova fragranza?

L’ispirazione è proprio il cambiamento, le persone non dovrebbero mai sentirsi in obbligo di essere una sola entità, si può cambiare modo di essere, di sentire o apparire e questa fragranza vuole esprimere proprio l’idea di mutevolezza e la libertà di non essere bloccati in uno schema fisso.

Quale l’innovazione rispetto alle altre fragranze di Iceberg?

Visto il successo delle altre fragranze sarebbe stato facile creare qualcosa di simile invece  l’innovazione sta proprio nel profumo stesso. Prima di tutto, abbiamo realizzato qualcosa di completamente nuovo introducendo le note di cuio e di tabacco insieme ad altre dai tocchi più agrumati.

Tolto questo, il restante processo di creazione è tradizionale . Altri profumi sono legati ad una visione classica di uomo e di donna, mentre per me questa distinzione non esiste. L’innovazione sta nel rendere la fragranza davvero inclusiva.

Quale è invece il tuo ingrediente preferito nei profumi?

Decisamente le note di cuoio. Ho lavorato con questo elemento per tutta la mia carriera, è un tessuto che amo. Questo odore è così intenso, evocativo, quasi eccitante, da non poterne fare a meno.

La nuova fragranza Change the Flow

Come, il clame della fragranza rispecchia la filosofia di Iceberg?

Credo che nella vita la cosa peggiore sia omologarsi per temere di non essere apprezzati o compresi, quindi Change The Flow vuole essere proprio un invito a non aver paura di esprimersi ed essere se stessi.

In generale cosa rappresenta il profumo per te?

Ogni momento della nostra vita è legato ad un profumo e questo rappresenta un link a quelle situazioni accadute nel corso degli anni. Ognuno di noi ricorda i profumi dell’infanzia , quello che utilizzava nostra nonna , oppure quello che mettevamo durante le prime feste da giovani. Io stesso se ripenso alla fragranza che usavo a 20 anni, ricordo esattamente le sensazioni di quell’epoca. Il profumo è evocazione,  un viaggio nel tempo e nei ricordi.

Puoi raccontarci qualche sviluppo del tuo lavoro?

Ho iniziato a lavorare su una fragranza femminile, una versione decisamente più vicina al mondo delle donne rispetto a questa. Inoltre, pensiamo di rielaborare le linee della fragranza Twice (uscita lo scorso autunno nella versione per lei e per lui) perchè restino attuali e al passo con il brand. Per la parte moda invece, stiamo ultimando il lavoro sulla collezione invernale.

Dove ti vedi tra 10 anni?

È una domanda curiosa, ho passato lo scorso weekend a discuterne. Non ho mai pensato troppo al futuro, mi concentro sul qui ed ora.  Creare troppe aspettative su quello che verrà può portarti ad avere grandi delusioni, quindi meglio vivere il momento. Per il resto, la costante della mia vita è certamente il viaggio, una fonte continua di ispirazione, quindi probabilmente questo sarà un aspetto che non smetterà mai di esistere nel mio percorso.

© Riproduzione riservata