Iron Lynx Racing Team in griglia di partenza per il nuovo campionato, sempre più rosa

Il mondo dei motori può vantare un team di piloti e tecnici, mossi da una passione fuori dall’ordinario, la cui dedizione li ha portati al raggiungimento di obiettivi sempre più ambiziosi.
È il Racing Team Iron Lynx che il 26 febbraio, all’interno del prestigioso circuito del Mugello, ha presentato il suo affiatato team, che può contare, tra i propri punti di forza, su una coesione pari a quella di una vera famiglia e sulla determinazione che li ha già portati alla vittoria della Michelin Le Mans Cup, sulla pista di Portimão, con il podio assoluto del pilota Rino Mastronardi.

La nuova stagione attende i 21 piloti al volante di 14 Ferrari (con le nuove Ferrari 488 GTE e GT3) in cinque diversi Campionati, gareggiando ai più alti livelli delle competizioni mondiali GT, tra cui il ritorno alla prestigiosa 24 Ore di Le Mans e, per la prima volta in assoluto, la partecipazione al FIA World Endurance Championship. La European Le Mans Series vedrà la partecipazione del celebre pilota spagnolo della Ferrari Miguel Molina.

Abbiamo visto sfrecciare le Iron Lynx fiammanti, immersi nell’inconfondibile musica di sottofondo del loro motore, nel modulare la sua intensità tra le 15 curve, un’emozione dopo l’altra, per una lunghezza di 5.245 metri, quella del tracciato del Mugello dal cuore rosso Ferrari.
Le nuove livree ancora più accattivanti, customizzate da Garage Italia, sotto la direzione creativa di Carlo Borromeo, presentano il motivo della lince con un look ancora più racing e minimalista, caratterizzate dai 3 audaci colori: giallo, azzurro e il magenta dedicato al progetto Iron Dames, tutto al femminile, che ha tutte le carte in regola per ottenere il podio della 24 Ore di Le Mans.  Ma non è l’unica sfida ad attendere le Iron Dames, guidate dalla fondatrice Deborah Mayer che accompagnerà questo straordinario team sulle piste delle più importanti competizioni internazionali top level tra cui l’European Le Mans Series con la new entry Formula E Nascar e IndyCar, Katherine Legge, la Michelin Le Mans Cup, il Ferrari Challenge e, per la prima volta nella storia, il FIA World Endurance Championship.

Deborah Mayer, con la fermezza e l’autocontrollo di una vera fuoriclasse, ci racconta la sua grande passione per tutti gli sport tra cui il tennis e il baseball, a cui ha dedicato gran parte della sua crescita. La sua determinazione nel desiderio di poter competere insieme agli uomini negli sport che per lei rappresentano tutta la sua vita, ricorda la tenacia di Billie Jean King che ha contribuito a cambiare la storia del tennis.
I suoi successi e quelli raggiunti dal team, “sono il risultato del costante lavoro, portato avanti dai suoi compagni e dai tecnici del team, senza perdersi mai d’animo” sono queste le parole che usa Deborah per spiegare il lavoro di squadra necessario per il raggiungimento di un obiettivo.
Ci saranno sempre delle giornate sbagliate e qualcuno che proverà a convincerti che non puoi gareggiare con gli uomini, ma devi sempre credere in quello che fai e non mollare mai, farti guidare dai tuoi sogni”.
Non vediamo l’ora di vedere gareggiare tutte le Iron Dames al completo, insieme alla Mayer, l’italiana Manuela Gostner, la danese Michelle Gatting e la svizzera Rahel Frey.
Perché, come ci spiega Deborah: “Iron Dames is an attitude – Never give up and go fight!”.

Andrea Piccini, Team Principal di Iron Lynx, afferma: “Siamo entusiasti di presentare la nostra stagione motorsport, in assoluto la più ricca di sempre. Il 2020 è stato un anno incredibilmente difficile per l’intero settore mondiale e siamo pronti ad affrontare un anno così impegnativo. Dopo il duro lavoro degli scorsi mesi, siamo convinti che sia arrivato il nostro momento, ed è domani”.

®Riproduzione riservata / All rights reserved

Autore

Condividi