ISKO I-SKOOL CONTEST: I TALENTI DI DOMANI INTERPRETANO IL DENIM

Ancora una volta ISKO mette un punto fermo alla creatività nel denim e lo fa con la terza edizione del concorso internazionale ISKO I-SKOOL, aperto alle scuole di moda. L’azienda, leader mondiale nella produzione della famosa tela blu, ha scelto Treviso, più precisamente la suggestiva cornice di Villa Corner della Regina a Vedelago, per portare in scena l’evento conclusivo del contest che ha visto il jeans protagonista assoluto anche della moda di domani, grazie all’inventiva degli studenti finalisti, provenienti dalle più blasonate fashion school del mondo. Cuore pulsante di questa operazione dove creatività, etica e cultura vengono alla ribalta, è Marco Lucietti, global marketing director di SANKO/ISKO™ Division. A lui si deve l’ideazione e la realizzazione di un progetto dal respiro globale che si è avvalso del sostegno strategico di partner prestigiosi come Avery Dennison RBIS, Mavi e Archroma. Inoltre, i 50mila allievi coinvolti hanno usufruito del prezioso supporto di brand di caratura internazionale quali Ralph Lauren, Swarovski, Replay, haikure, Tonello laundry, C&S garment maker e ISKOTECA™, co-partner del concorso.

Ai partecipanti è stato chiesto di confrontarsi su due temi principali: la creatività, premiata con il Denim Design Award, e il marketing, coronato dal Denim Marketing Award. Tre le direzioni indicate agli studenti: Renovated Denim Icons, incentrato sulla reinterpretazione dei capi icona in jeans, che ha visto trionfare l’inventiva di Anna Biotti, studentessa dello IUAV di Venezia; Athleisure, stile e sport insieme grazie ai tessuti simbolo di ISKO come ISKO BLUEJYM™, ISKO FUTURE FACE™, ISKO BLUESKIN™, dove ha vinto Joona Rautiainen di Aalto, fashion school finlandese; Jool, caratterizzato da un tessuto di ultima generazione firmato da ISKO che riunisce denim e lana, in questa categoria è stato premiato il talento di Ester Rigato, anche lei proveniente dallo IUAV. La Rigato si è meritata pure lo Swarovski Award e il Denim Award globale per il suo talento. Nella sezione marketing, corroborata dalla tutorship dell’agenzia di comunicazione Menabò Group, due i team saliti sul podio: quello capitanato da Francesco Diomedi del Milano Fashion Institute per la sezione Jool, e quello di Travis A. Rice dell’Amfi per Athleisure. Presidente della giuria incaricata di valutare il design degli studenti, lo stilista François Girbaud, assieme a un panel di giornalisti, esperti creativi e manager del settore, coadiuvato anche dalla piattaforma Vogue Talents mentre, per il marketing spiccava la presidenza di Chantal Malingrey, direttore di Denim Première Vision.

@Riproduzione Riservata

®Riproduzione riservata / All rights reserved

Autore

Condividi