La promessa di Osprey al pianeta: vivere in un mondo senza plastica

Quest’anno Osprey celebrerà il Green Friday donando il 20% delle sue vendite – tra venerdì 27 e lunedì 30 novembre – a EOCA, ente di beneficienza che tutela l’ambiente, nonchè partner di Osprey.



L’organizzazione nasce nel 2006 e finanzia progetti di conservazione per gli ambienti e le specie a rischio. Le donazioni del Green Friday saranno utilizzate per supportare diversi progetti, il cui focus principale sarà la lotta contro l’inquinamento della plastica. Collaborando con EOCA, Osprey sarà di supporto a progetti incentrati sulla raccolta e la pulizia dalla plastica, compresa la Oceans Initiative, progetto dedicato alla protezione di oceani, mari e spiaggie di tutta Europa. I fondi saranno utilizzati anche per supportare il Plastic Free Woodlands UK, istituito per prendersi cura delle persone, del paesaggio e della fauna nel Dales, nel nord dell’Inghilterra. Un altro progetto è quello della Magdalena, Colombia River Clean-Up, che protegge gli ecosistemi ripulendo i fiumi dalla plastica e sensibilizzando le comunità.



L’impegno di Osprey per l’ambiente vedrà nel 2021 la produzione del 50% degli zaini con tessuti approvati Bluesigh, inclusa la 5° generazione del Talon e del Tempest, realizzati con il primo tessuto in nylon riciclato Regen Robic. Inoltre, già dal prossimo anno, tutte le buste di plastica saranno realizzate al 100% con contenuti riciclati ed entro il 2023 tutte le collezioni Osprey saranno prive di PFC.

®Riproduzione riservata / All rights reserved

Autore

Condividi