IL LANIFICIO F.LLI CERRUTI DAL 1881 E IL CINEMA IN MOSTRA A TOKYO CON ISETAN

È una lunga storia d’amore quella che lega Nino Cerruti a Hollywood. I tessuti del Lanificio F.lli Cerruti dal 1881, di cui il Sig. Nino è cuore e anima, hanno rivestito un ruolo importante in molte pellicole della cinematografia internazionale, e hanno vestito i più bei nomi dello star system.
Ora una mostra a Tokyo, in partnership con Isetan, celebra questo connubio d’eleganza. La famosa catena di grandi magazzini giapponesi vuole, così, onorare un legame estetico che esalta il saper fare made in Italy. L’unione tra lo scintillante mondo delle star di Hollywood e il Lanificio ha inizio negli anni ’60: da allora Cerruti ha confezionato abiti di scena comparsi in più di un centinaio di film, uno tra tutti Pretty Woman, in cui Richard Gere indossa gli abiti della realtà biellese.
La chiave del successo risiede nella capacità del Sig. Cerruti di analizzare e comprendere nel profondo il personaggio per il quale crea i capi, qualità analitica che si esplica nel percorso espositivo suddiviso su tre livelli: al piano terreno vanno in scena dei tessuti creati per celebri film di Hollywood e rivisitati da alcuni brand e designer italiani, al quinto piano le stoffe del Lanificio si trasformano in capi su misura ad opera di diverse label giapponesi. Infine, all’ottavo piano, è esposta una parte del prezioso archivio della manifattura biellese, espressione tangibile dell’attività di ricerca e dell’artigianalità che da sempre caratterizzano il Lanificio F.lli Cerruti.
La mostra resterà aperta al pubblico fino al 4 ottobre.

@Riproduzione Riservata

© Riproduzione riservata