Mixology, Spirits PR cala il tris da “Carico” Milano

Mixology, Spirits PR cala il tris da “Carico” Milano

Per una sera Upperhand Gin, Gin Agricolo e Vermouth Tenuta Montauto diventano protagonisti di un pairing fra piatti gourmet e drink eccentrici, firmato da Dom Carella

Upperhand Gin, Gin Agricolo e Vermouth Tenuta Montauto: Spirits PR cala il tris in uno dei locali simbolo della miscelazione italiana per una presentazione in grande stile del proprio portfolio spirits. L’appuntamento presso “Carico” a Milano ha visto un ristretto gruppo di addetti ai lavori insieme per conoscere, degustare e apprezzare tre prodotti diversi tanto in purezza quanto all’interno della fantasiosa proposta food & beverage del padrone di casa Domenico Carella.

Pasteggiare coi cocktail, nel 2021, non è più così avventato. Lo sa bene “Dom”, che ha organizzato un menù pensato ad hoc per esaltare le qualità dei tre protagonisti della serata. Un autentico tête-à-tête fra drink creativi e piatti gourmet, che si è articolato ad esempio sotto forma di un branzino col suo fondo, funghi sott’aceto arrosto e verdure fermentate, servito con un French 75 a base di Upperhand Gin. È proseguito con una tartare di manzo, kimchi di patata, emulsione di grasso wagyu e santoreggia di montagna, abbinata a un Adonis con Vermouth Tenuta Montauto & Sherry fino. Si è concluso, almeno per quanto riguarda le portate principali, col diaframma di manzo, con ravanelli ed emulsione di sardella, presentato insieme a un kombucha di the sencha ai frutti rossi rifermentato con acqua di cocco, foglie di fico e Gin Agricolo.

E’ con questo spirito – e con questi spiriti – che la prima Spirits (PR) Dinner allestita da “Carico” ha provato a giocare con una cucina dai sapori italiani e internazionali, in grado al contempo di celebrare l’unicità e la versatilità dei tre spirits, ben diversi fra loro ma parimenti speciali e apprezzati. Eccoli:

Gin dal cuore italo-scozzese, Upperhand Gin è il primo distillato realizzato dall’ex campione di judo Alberto “Bert” Borin e sua moglie Claudia Gamberucci, discendente della celebre famiglia irlandese dei Lafferty’s. Un Gin balsamico con una spiccata nota di aneto e basilico al naso, che in bocca lascia invece spazio a ginepro e limone con aneto e basilico a chiudere e dare rotondità e persistenza, pulendo il palato e lasciando una sensazione di freschezza.

Nato nelle Cantine Sant’Agata, azienda vinicola della famiglia Cavallero da tre generazioni, Gin Agricolo è un progetto incentrato sull’utilizzo di varietà e quantità specifiche di componenti, interamente provenienti dal Piemonte, coltivate da Franco Cavallero e utilizzate fresche. Era presente con Nimium, gin secco dal profumo agrumato, ammorbidito da essenze floreali che lo rendono leggermente amarognolo. Il colore cambia a contatto con l’acqua tonica, diventando purpureo ed esaltando la fragranza delle botaniche usate (Lavanda, Ireos, Rosa moscata, Viola, Clitoria ternatea).



Il Vermouth Tenuta Montauto nasce in Toscana, nell’omonima tenuta e in uno degli angoli più selvaggi e naturali della Maremma. Il Vermentino, suo ingrediente principale, viene messo in infusione per 30 giorni con assenzio, genziana, camomilla, cardamomo, coriandolo ed erbe quali menta, melissa ed eucalipto. Nasce così un Vermouth innovativo e unico nella sua terra, dalle caratteristiche selvagge, calde e avvolgenti.

© Riproduzione riservata

x

x