Monza circuito perfetto per Nike’s Breaking2

Una maratona di 42 km in meno di due ore? É un’ inusuale gara di velocità che si è svolta ieri, 7 Marzo 2017, nell’autodromo di Monza. Protagonisti della performance gli atleti Eliud Kipchoge  e Zersenay Tadese, entrambi campioni olimpionici e a Lelisa Desisa, vincitore di numerose maratone. Insieme, i tre runner, formano il team Breaking2. L’inusuale esperimento ha dimostrato il valore dell’innovativo abbigliamento da running ideato da Nike e testato per l’occasione nell’autodromo italiano di Monza. Prima di selezionare lo storico anello, il circuito monzese è stato tenuto sott’osservazione per ben 6 anni, monitorandone le condizioni di temperatura intorno ai 12C°, di pressione atmosferica inferiore a 12mmHg, cielo tendenzialmente nuvoloso, correnti d’aria omogenee, suolo pianeggiato. Una volta accertata l’idoneità del circuito, Nike ha sfidato gli atleti a scendere sotto il tempo record di 2 ore sulla classica distanza dei 42 km. I corridori hanno calzato Nike Zoom Vapor Elite con la suola intermedia Nike Zoom X. La scarpa è stata ideata con criteri di aerodinamicità, leggerezza e morbidezza che la rendono più reattiva della tradizionale sneaker da corsa. Oltre alle calzature, il brand ha previsto anche una canottiera ultra traspirante senza cuciture e shorts aderenti – diversi dagli standard – perché offrono un livello di compressione personalizzato. I manicotti aiutano i maratoneti a ripararsi dal freddo, mentre le calze sono high tech, per una migliore traspirazione e un maggiore supporto all’arco plantare.
nike.com
®Riproduzione Riservata

 

 

© Riproduzione riservata