MTV la storia del canale che ha segnato una generazione

Il primo agosto del 1981, alle 12 la rete tv americana MTV, acronimo di Music TeleVision, inizia la sua avventura in Europa.

In poco tempo il canale si accaparra anteprime ed esclusive, come il celeberrimo video di “Thriller”, di Michael Jackson o la prima del film Purple Rain, entrambi del 1983.

Ad Ottobre 1992, il canale raggiunge 40 milioni di utenti in 29 paesi europei. Un successo strepitoso che tiene incollati allo schermo giovani da ogni parte d’Europa a suon di musica.

L’organizzazione del palinsesto è lo stesso per tutte le Nazioni: video musicali alternati a programmi a tema specifici per ogni nazione con vee-jay (l’evoluzione dei dee-jay) come presentatori, giovani ed appassionati di musica.

MTV in Italia

MTV non è il primo canale a tema musicale, su Elefante tv andava in onda Videomusic, che per prima ha lanciato programmi in italiano sull’argomento.

In Italia MTV sbarca nel 1991 appoggiandosi alle reti locali, poi, conclude un accordo con Rete A, canale dedicato allo shopping, nel 1997, e inizia la sua programmazione a base di musica h24.

Così a mezzanotte del primo Settembre con il video di un unplagged girato a New York va in onda il video dei Nirvana “About a girl”.

Un anno più tardi iniziano i programmi pensati per l’Italia, fino a quel momento erano andati in onda programmi originali delle altre edizioni europee in inglese, non sottotitolati.

Da quel momento il canale sforna programmi di grandissimo successo, come Sonic e Stylissimo, condotto da Andrea Pezzi ed Enrico Silvestrin, che raggiunge il successo anche in altri Paesi europei.

Nel 1999 l’Autorità per le Comunicazioni italiana e il Ministro Cardinale decisero di bloccare la collaborazione con Rete A, a causa della programmazione no stop sulla rete “subbappaltata”. Si rischiò un oscuramento del canale, ma il Tar diede ragione a MTV.

I personaggi che hanno esordito su MTV Italia

Andrea Pezzi, ideatore di Kitchen, dove ospitava in cucina un personaggio famoso mentre cucinava un piatto a sua scelta. Un’idea informale di fare televisione e di intervistare i grandi esponenti della musica, che li rendeva in qualche modo meno irraggiungibili e più umani. Questo format ebbe un successo strepitoso, tanto da essere rivisitato da moltissime altre emittenti televisive.

Marco Maccarini, tutte le adolescenti erano pazze di questo simpatico ragazzone dagli occhi azzurri e con i biondissimi capelli rasta. Esordisce con il programma The Beach, andando in giro sulle spiagge più belle del mondo alternando giochi ed interviste. Lo stesso programma aveva già lanciato Daniele Bossari e Victoria Cabello.

Fabio Volo, con il suo Ca’Volo, basato sull’idea di una casa aperta in cui si poteva entrare e partecipare al dibattito in corso.

®Riproduzione riservata / All rights reserved

Autore

Condividi