Cosa vedere in Norvegia: cinque giorni alla scoperta del Circolo Polare Artico

Se per molti l’arrivo dell’inverno non fa altro che accrescere il desiderio di spostarsi verso le zone più calde del pianeta, per altri, invece, costituisce l’occasione ideale per visitare i suggestivi paesi del Nord Europa. Tra questi rientra la Norvegia, il paese scandinavo famoso in tutto il mondo per i suoi ghiacciai e i profondi fiordi che ne percorrono la costa.

Novembre, in particolare, rappresenta il periodo dell’anno ottimale per esplorare gli scenari offerti dalle varie località cittadine, tra cui Skjervoy e Tromsø. Ma non solo, la regione attira ogni anno milioni di turisti per la sua ricca fauna, composta da orche, megattere, rapaci marini, renne e alci selvatici. Da non dimenticare, infine, le sensazionali aurore boreali, che con i loro fasci luminosi colorano il cielo estasiando chiunque le osservi. Di seguito, dunque, vi suggeriamo un itinerario guidato, così da condurvi, anche se solo con la mente, alla scoperta delle celate meraviglie nordiche.

Cosa vedere in Norvegia: Skjervoy, una delle isole più suggestive della Norvegia

Per raggiungere la città, partendo dall’Italia, si deve necessariamente passare per l’aeroporto di Tromsø; qui, infatti, potrete prendere il battello che attraversa i fiordi norvegesi e che vi condurrà fino all’unico porto presente a Skjervoy. Quest’ultima è una delle isolette più settentrionali della Norvegia, abitata da una ristretta comunità di pescatori locali. Semmai doveste decidere di visitarla, all’hotel Maritim troverete tutta l’ospitalità e il comfort di cui avrete bisogno; oltre a una vasta selezione di piatti tipici e di escursioni in compagnia delle guide più preparate dell’isola.

Whale Watching, l’esperienza adrenalinica nelle gelide acque norvegesi

Alla scoperta dei grandi mammiferi marini

Proprio dall’hotel parte una delle escursioni più adrenaliniche dell’isola, la cosiddetta whale watching. In questa occasione, infatti, potrete entrare in contatto con l’immensità della natura marina e delle sue acque polari, trasportati da un piccolo gommone. Nello specifico, da metà settembre a metà dicembre, l’isola si trasforma nella meta prediletta dei più avventurosi, grazie alla presenza di orche, balene e megattere. In questi mesi autunnali, infatti, i mammiferi marini sono numerosi, poiché alla ricerca di nutrimento, specialmente delle aringhe. Pertanto, con un po’ di pazienza, e muniti dell’abbigliamento adeguato, vi sarà possibile osservare, seppur a debita distanza, questi maestosi mammiferi alle prese con i loro banchetti.

Diving nelle acque polari, l’escursione dei più valorosi

Per i più coraggiosi c’è anche la possibilità di immergersi sott’acqua, esperienza unica per poter ammirare da vicino le diverse specie marine. Per farlo avrete bisogno di una muta stagna, tenendo bene a mente che le temperature esterne arrivano a toccare anche i – 12 gradi. Per immortalare e rivivere questi momenti vi consiglio la GoPro, che vi permetterà di effettuare riprese subacquee di alta qualità. Le specie maggiormente osservabili in questo periodo sono l’orca assassina (in realtà un mammifero generalmente innocuo e prevalentemente non carnivoro), la megattera e la balenottera azzurra, che può raggiungere i 27 metri di lunghezza.

Cosa vedere in Norvegia: Tromsø, il porto più celebre del paese

Trascorsi tre giorni sull’isoletta, si può prendere il battello per tornare al porto più famoso della Norvegia, quello di Tromsø. Ricordatevi, però, che una delle peculiarità, quando decidete di visitare questo genere di luoghi durante la stagione fredda, è l’avere a disposizione solamente tre ore di luce al giorno. Una volta qui vi consigliamo di soggiornare al Comfort Hotel Xpress, perfetto per la sua centralissima collocazione.

L’aurora boreale, lo spettacolo celestiale che lascia tutti a bocca aperta

L’aurora boreale è uno dei fenomeni naturali più belli da ammirare in Norvegia; migliaia di turisti da tutto il mondo, infatti, si recano qui con la speranza di vederla. Tuttavia la sola fortuna non basta, servono anche determinate condizioni atmosferiche e meteorologiche, come il cielo sereno, le temperature piuttosto fredde e l’assenza di luci artificiali, affinché questa si verifichi. Il nostro consiglio, dunque, è quello di affidarsi ad un tour operator locale, come Best Arctic, che con un pulmino vi porterà comodamente in cima alla montagna, nel cuore della notte, per assistere allo spettacolo. Ed ecco che, se sarete “privilegiati” dalla natura, il cielo davanti a voi si tingerà delle mille sfumature del verde, del rosso e dell’azzurro.

A spasso con le renne, le maestose abitanti delle nevi norvegesi

Le meravigliose renne norvegesi

Dolci, timide ma allo stesso tempo sorprendenti, le renne sono conosciute in tutto il mondo per essere le fedeli aiutanti di Babbo Natale. In effetti, in questa cornice innevata di Tromsø, non sarà difficile incrociarle. Il suggerimento, anche in questo caso, è di affidarsi ad un tour operator, super consigliato Tromsø Arctic Reindeer, che vi permetterà di camminare insieme a questi singolari mammiferi. Infine, per chi lo desiderasse, c’è anche la possibilità di organizzare un’experience con renne non selvatiche. In questo caso, a differenza della proposta precedente, avrete modo di dargli da mangiare e persino accarezzarle.

© Riproduzione riservata