QUANDO LA BICICLETTA DIVENTA SUPERCOOL, INTERVISTA A LORENZO MARTONE

Una nostra chiacchierata con Lorenzo Martone, da pr a fondatore della linea di bici design Martone Cycling Co.

Originario di San Paolo in Brasile, classe 1979, Lorenzo Martone si occupa di pubbliche relazioni fra New York e Los Angeles, personaggio piuttosto noto, anche perché spesso seguito dai paparazzi per la sua vita sentimentale passata, Martone ha deciso di intraprendere un percorso più personale, rimanendo sempre nel settore lifestyle che lui conosce bene, e dopo aver fondato la sua agenzia The Creative NYC, aver disegnato nel 2010 una collezione di swimwear, dal 2013 ha lanciato Martone Cycling Co, una linea di biciclette colorate e dal design accattivante.

Figura solare e carismatica, Martone ha un notevole following sui social e il suo esperimento nel mondo delle bici, nato perché non gli piaceva come questi comodi mezzi di trasporto apparivano una volta appesi al muro della sua casa fra una biciclettata e un’altra, sta facendo il giro del mondo, e i prodotti sono stati venduti in posti cool come Colette a Parigi e Saks Fifth Avenue.

Incuriositi dal personaggio di ‘self-made man’ dalle tante idee, lo abbiamo raggiunto per farci raccontare meglio la sua avventura con la linea Martone Cycling Co e più in generale nel mondo del lifestyle. Ecco la nostra chiacchierata.

 

A chat we had with Lorenzo Martone, who founded the bicycle line Martone Cycling Co.

Born in 1979 in Sao Paolo, Brazil, Lorenzo Martone handles public relations between New York and Los Angeles and is known mostly because of his private life, which lead paparazzi to follow him around. Martone decided to take on a more personal project, staying in the lifestyle field that he knows very well, by founding its agency  The Creative NYC and designing in 2010 a swimwear collection. In 2013 he created Martone Cycling Co, a line which featured colored bicycles with a catching design. 
Being a cheerful and charming figure, Martone has a great success on social media and its experiment in the bicycle world is becoming more and more famous all over the globe, since it’s being sold in cool spots like Colette in Paris and Saks Fifth Avenue. This project was born because Martone wasn’t very enthusiastic about the fact that these comfortable means of transport were hang on the wall after using them.

We were very curious to meet this ‘self-made man’ full of new ideas, so we decided to reach him and let him tell us his adventure with Martone Cycling Co and his view of lifestyle in general. Here is our chat with him.

Seguendoti sui social media, mi è chiaro che ti occupi di diverse cose. Prima di tutto sei un PR. Con l’avvento di Instagram e dei social, quanto è cambiato lo scenario in cui lavori negli ultimi anni?

I social media hanno avuto un successo travolgente. La maggior parte delle persone, di diverse età e con interessi diversi fanno tutte parte di questo mondo, ora le carriere si basano solamente sull’uso di Instagram. Questo è ciò che interessa ai giovani, perché non vi sono filtri ed è tutto estremamente rapido.
Credo che i social media sono qui per rimanere, e tra dieci anni potrebbe anche non trattarsi più di Instagram o di Twitter ma addirittura di qualcos’altro; un’unione di tutto ciò che le persone amano: immagini, musica, messaggi, news, ricerca di attenzione e di seguito! E’ la combinazione perfetta.

Hai poi deciso di dare vita ad una linea di biciclette. Quando e come hai deciso di intraprendere questo business?

Sono il fondatore di Martone Cycling Company. Abbiamo iniziato 6 anni fa e ora abbiamo un ufficio a New York e uno a Parigi. Realizziamo biciclette locali e ciò che ci rende più famosi è la Gold bike.
L’ispirazione per la gold bike è arrivata dall’ottone e dall’idea di una bicicletta appesa in salotto come parte dell’arredamento, quasi come fosse una scultura.

 

Following you on socials it is clear to me that you do a lot of things. First of all you are a pr. How do you think has changed the scenario in which you are working in the last few years. For example how much are important things like instagram and socials?

Social media has taken the world by storm. The majority of people, all ages and interests are part of it – people build careers nowadays only using their Instagram. It’s what young people pay attention to, because it has no filter, it’s fast and furious . I believe social media is here to stay. And in 10 years it might not be about Instagram or twitter but something else, it’s a combination of all things people love: Images, music, messages, news, attention seeking and validation! It’s the perfect formula.

Then you decide to create a line of cycles. When and where did you decide to create this business?

I’m the founder of Martone Cycling Company. We started 6 years ago and now have one office in NY and one in Paris . We make commuter bikes and we are famous for the all Gold bike . Talk about attention seeking ! The gold bike was inspired by brass and the idea of hanging  a bike in the living room like part of the furniture – almost sculptural.

Quanto è importante l’aspetto ecologico nel tuo approccio su questo mercato?

Ciò che amo del ciclismo e delle biciclette è la vasta gamma che ricopre. E’ molto utile, ti porta dappertutto e non usa alcun tipo di petrolio o gas, il che è ottimo per l’ambiente e rappresenta anche un’opportunità per fare esercizio. E’ fondamentale per la salute e il benessere. Amo ciò che faccio per questo motivo.

Quali sono i tuoi progetti per Martone Cycling Company?

Il progetto è quello di continuare ad espandersi, abbiamo prodotto accessori, caschi e altri articoli ispirati al ciclismo, ma il piano sarebbe di inserire biciclette elettriche e active wear.

 

How much is the ecological aspects of cycling important in your approach with this business?

What I love about cycling and bicycles is the range it covers. It’s useful as it takes you from A to B, doesn’t use any oil / gas ( good for the environment) and also its an opportunity to exercise while commuting . It plays on good health and well being . I love what I do because of that. 

And which are your plans related to that?

The plan is to continue expanding – we launched accessories, helmets, locks and other cycling inspired items but the plan includes electric bikes and active wear.

Sei diventato piuttosto famoso tanto da essere seguito dai paparazzi. Come hai gestito la tua vita privata e quanto questa notorietà ti è tornata utile per il tuo lavoro?

Sono stato seguito dai paparazzi solamente quando mi frequentavo con Marc Jacobs e ho continuato la mia vita come se nulla fosse, non è stato così fastidioso. Vivere sotto i riflettori significava dovermi comportare in un certo modo davanti al pubblico, ma da subito ho capito che potevo essere me stesso. Ho una forte personalità e non ho filtri, dico ciò che voglio e faccio ciò che penso. Non tutti sono d’accordo ma ho scoperto che l’autenticità è rara e devo semplicemente essere me. Il mondo si abituerà.

Ci daresti le tue definizioni di eleganza e bellezza?

La bellezza e l’eleganza vengono da dentro. A mio parere non tutto gira intorno all’apparenza, a come sei fisicamente o i vestiti che indossi, ma a come ti comporti, alle parole che scegli, il punto di vista che hai rispetto al mondo. È questo che definisce un uomo. Come diceva Coco Chanel “la moda passa, lo stile resta”, e penso che il linguaggio del corpo, il sorriso e perfino il modo in cui ci si scambia una stretta di mano dicano di più di una persona rispetto a ciò che indossa.

 

Since we are a life style magazine. Can you tell me which is your definition of elegance? And which is the definition of beauty?

Elegance and beauty come from the within. For me it’s not about physical attributes – not the way you look or what clothes you buy. But how you behave. The words you choose to use .  The point of view you have about the world . That defines someone to me. As Coco Chanel use to say, fashion fades, only style remains . I think people’s body language, smile and even the way they shake your hands says more about them then what they wear .

You became quite known in the media, thanks also to paparazzi following you around. How did you manage to continue your normal life and how this notoriety became useful for your job?

I was only followed by paparazzi while I dated marc jacobs and I continued to live my life the same way and it wasn’t that disturbing . Living under the microscope meant I had to behave a certain way publicly but soon enough I found out I should just be myself . I have a strong personality and I use no filter – I say what I want and do what I think . It doesn’t please everyone but I found out that authenticity is rare and I should just be me. The world does adjust.

 

Parlando di lifestyle, ti sei recentemente trasferito da New York a Los Angeles, perché? E in che modo queste due città si assomigliano e differiscono?

Dopo 13 anni a New York ho deciso di dare un’opportunità anche alla West Coast. Quando avevo 20 anni, qualcuno mi ha detto “Devi vivere almeno una volta a New York, ma non per troppo tempo, così non diventi troppo duro. Vivi almeno una volta in California, ma non per troppo tempo, così non diventi troppo debole.” Mi sono sentito troppo duro e volevo calmarmi un po’, ma sempre sotto il migliore sole. Sembra scontato, ma il sole e il tempo sono metà della mia felicità. Magari troverò anche l’amore? Chi lo sa.

Un film, un libro o un musicista, daresti ai nostri lettori dei consigli su cosa leggere, vedere o ascoltare?

Ho visto tutto ciò che ha visto partecipe  Timothee Chalamet perché penso che sia un grande talento. Sono un grandissimo fan dei suoi film. Ascolto i The XX e inoltre una nuova scoperta di quest’anno al Burning Alan è stato un compositore, produttore e musicista berlinese di nome Monolik, che produce il sound più bello che io abbia sentito da tanto tempo.
Ho letto i libri di Yuval Harari “Sapiens” e “Homo Deus” che trattano della storia dell’umanità. Uno parla del passato, la rivoluzione agricola (è anche il libro preferito di Obama) e l’altro parla del futuro: la rivoluzione tecnologica.Onestamente la mia raccomandazione è quella di trovare artisti interessanti e libri che trattano di come vivere al meglio. A quasi 40 anni la mia esistenza è diventata una questione filosofica. Quindi voglio leggere di più su questo argomento.

Seguendoti su Instagram, ci è chiaro che sei un appassionato di arte. Sei anche un collezionista? Quanto è importante l’arte nel tuo lavoro?

Per quanto riguarda l’arte, ero solito dire che ero un “ giovane collezionista” poiché cercavo di comprare e supportare artisti emergenti. Ora non sono più così giovane ma mi piacciono comunque i giovani che realizzano arte insolita. Non sono sicuro di come poter classificare questa cosa ma un artista a cui mi sono appassionato è Austin Young. Sono totalmente ossessionato dal modo in cui rappresenta la critica alla società.

Talking about lifestyle, you recently left New York for LA. Why? And in which way do you think the two cities are similar and in which ways they are different?

Lifestyle is a word that has been overused but I try to imagine that a “good lifestyle “ includes you doing things that please you. And if that includes buying designer fashion than you should dress in couture all the time . People should be free to do whatever makes them excited . Fashion is self expression. Sadly he world has been pretty boring lately. 
After 13 years in NY u decided to give the West Coast a shot . When I was 20 years old, someone told me: “live in NY once, but not for too long so you don’t become too hard”. Live in California once, but not for too long so you don’t become too soft. I have been feeling to hard. I want to soften up a bit . But always best under the sun. It sounds basic but the sunshine and the weather are half of my happiness . Maybe I will find love there too?! Who knows .

A place, a drink, a movie, a book ? Give our readers some tips about your fave things to do, read, see, listen?

I have been watching everything that Timothee Chalamet is involved because I think he’s our great next star. I’m a huge fan of his work and craft.  I listen to The XX and one new discovery this last year at Burning alan was a German composer / Producer / musician from Berlin, his name is Monolink and it’s the most beautiful sound I have heard, in a long time . I have been reading both books by Yuval  Harari “SAPIENS” & “HOMO DEUS” both address the history of humanity. One talks about the past, it’s  about the agricultural revolution ( also its Obama’s favorite book of all Times ) and the other one talks about the future: the technological revolution.
Quite honestly my recommendation is to try to find interesting artists and books that address things in living thru. At almost 40 my existence on Earth became a philosophical question. So I want to read more about that. 

Following you is it clear also that you are a lot into art. Are you a collector? How much art is important for your jobs?

About art. I use to say I was a “young collector” because I was filling emerging artists and trying to buy things here and there. Now I’m not so young anymore but still I gravitate towards young people doing crazy art . Haha so not sure how to classify this but the artist I have been into is Austin Young . I’m obsessed about how critical and observant of society he is .

Una frase che ti rappresenta?

Una frase che mi rappresenta? Less is more, il troppo stroppia.

Progetti futuri?

I miei progetti futuri includono sistemarmi a Los Angeles e diffondere Martone Cycling in California. Trovare un partner ed avere dei figli. Molto semplice!

 

Personal motto/quote that represents you?

A quote that represents me ? “Less is more”

Plans for the future?

my plans for the future include adapting to LA and expanding Martone Cycling in California . Finding a partner in crime and have a kid ! Simple ! 

 

 

 

 

 

®Riproduzione riservata

Autore

Condividi