Streetwear: brand to watch

In pochi decenni la cultura Hip-Hop (dunque lo streetwear) è passata dall’essere una subculture di nicchia a una forza dominante nella cultura mainstream. Harlem, la cultura skate, l’NBA hanno attraversato gli oceani, declinandosi con il savoir-faire e la migliore cultura europea. Il risultato? La nascita di brand streetwear espressione del miglior metissage culturale, di ibridazione e scambio, capaci di cogliere i migliori tratti da entrambi questi mondi soltanto in apparenza inconiugabili, ma in realtà più simili di quanto si pensi.

Abbiamo selezionato per voi quattro brand emergenti streetwear di cui, scommettiamo, sentiremo parlare.

BASEDODICI

L’idea di Basedodici è quella di far nascere qualcosa di diverso, di unico e nuovo nel suo genere. Qualcosa che a primo impatto può sembrare simile a tante altre realtà, ma con quel pizzico di diversità, fantasia e creatività che questo giovane brand si impegna sempre a trovare. Le collezioni di Basedodici nascono dalla ricerca di un collegamento trascendentale tra moda e arte, mediante capi esclusivamente Made in Italy, realizzati con precisione e cura dei dettagli. Il nostro paese, riconosciuto in tutto il mondo per l’arte, è da sempre simbolo della Moda. Basedodici con le sue collezioni, grazie a un incessante dialogo con gli artisti del momento, propone uno streetwear genuino ed autentico.

HG/LF

HG / LF nasce nel 2019 a Milano, da Lorenzo Del Serra e Letizia Grace. Più artisti che designer, hanno fin da subito posto l’accento sull’individuo, conferendo alle proprie creazioni un’estetica sovversiva. Silhouettes androgine decostruite e tagli sartoriali. Attitude punk e sostenibilità. Look genderless. L’obiettivo della label è quello di utilizzare la propria piattaforma per comunicare tematiche di interesse comunitario.

HUGE UNDERGROUND BUSINESS

Diversi input culturali e tematiche sociali attraverso sperimentazioni che incoraggiano le connessioni umane: questo il diktat di Huge Underground Business. Fondato due anni fa da Alessandro e Jamila, i designer propongono un design funzionale attraverso tessuti hi-tech e di alta qualità. Grafiche uniche come stampe: questo il codice stilistico di questo giovane marchio.

PLUS QUE MA VIE

Heritage veneziano e celebrazione delle sottoculture: l’imprinting di stile di Plus que ma vie è questo. L’espressione di sé e la libertà comunicativa sono due concetti cardine dell’indagine stilistica della label. La comunità globale che sta costruendo con dedizione il marchio ben apprezza il prodotto made in Italy essenziale e timeless proposto.

®Riproduzione riservata / All rights reserved

Autore

Condividi