Tatuatori famosi: i migliori tatuaggi realistici e spettacolari

Quando si decide di farsi fare un tatuaggio oltre a scegliere il disegno, che di solito richiede del tempo, si pensa sempre a quale sia il tatuatore migliore a cui rivolgersi e all’igiene del luogo dove ci si presta ad andare.

Fare il tatuatore è un mestiere artistico che richiede precisione e tanta creatività in particolare quando si parla di tattoo realistici e tatuaggi spettacolari.

Conoscete chi sono i tatuatori famosi e quale è il miglior tatuatore italiano? Continuate a leggere per scoprirlo, chissà che non scegliate di farvi fare il vostro prossimo tatuaggio da uno di loro.

4 migliori tatuatori italiani

Ecco la classifica dei migliori tatuatori italiani

Andrea Afferni

Afferni è il miglior tatuatore italiano dell’età di 36 anni, non pratica i classici tatuaggi ma è il migliore nel tatuaggio realistico, il suo stile è stato nominato “magnetic” per via del tocco futuristico e moderno. I suoi tatuaggi sono realizzati con sfumature black & grey e con luci e ombre che sembrano vive. Andrea Afferni è un vero e proprio artista con studi di pittura a olio, realizza anche quadri definiti parlanti e coi colori che sembrano avere una vita propria.

Pietro Sedda

Tatuatore di origini sarde, con uno studio a Milano realizza anche lui delle vere e proprie opere d’arte sulla pelle, predilige il bianco e nero perché per lui le sfumature non hanno bisogno di colore. Pietro Sedda è stato inserito anche nella classifica dei 15 tatuatori più bravi al mondo.

Matteo Pasqualin

Questo tatuatore, fra i migliori italiani, è famoso per aver rivisitato lo stile realistico dei tatuaggi portandolo ad un livello innovativo. Trasforma i ricordi dei clienti in una storia che prende forma sulla pelle: effetti speciali, chiaro scuri, forme che si allargano e si rimpiccioliscono. I suoi lavori possono essere definiti dei tatuaggi spettacolari. Lavora a Porto Viro in provincia di Rovigo.

Claudio Pittan

Questo tatuatore è famoso per essere fra i migliori del tatuaggio in stile giapponese. Dopo essere stato a Tokyo si è innamorato della cultura giapponese al punto di non essere più solo una passione, ma farla diventare anche il suo stile di vita. Inizia la sua attività nel 1983 si fa strada nel mondo dei tatuaggi continuando a fare anche esperienze formative all’estero e spesso in Giappone, dove si fa anche tatuare da Horiyoshi III, uno dei maestri del tatuaggio giapponese che nonostante i suoi oltre 80 anni ha ancora il primato nel mestiere.

®Riproduzione riservata / All rights reserved

Autore

Condividi