THE INSIDERS @ SIMONEDECHECCO – SAN LUIS – PRIVATE RETREAT HOTEL & LODGES –

Fuggire dalla città per ricongiungersi alla natura.
Ritrovare i ritmi, le forme, i colori ed i profumi dei boschi.
Questa è la linfa che dà vita al San Luis – Private Retreat Hotel & Lodges nei pressi di Merano, in Alto Adige, terra di miti e leggende, dimora di nani, fate e streghe.

 Il resort incanta e affascina per l’atmosfera deliziosamente intima e alpine-chic: in un bosco di larici e abeti, gli chalet privati e le fiabesche case sugli alberi del San Luis accolgono gli ospiti in ogni stagione dell’anno, per godere del risveglio della primavera, dei colori d’autunno e dell’ovattata season invernale, a pochi chilometri dall’area sciistica Merano 2000.

 Affacciata su un suggestivo laghetto, che nei mesi più freddi si trasforma in una favolosa pista di pattinaggio, la club house è il cuore della struttura, con aree relax, una Spa, il bar, un ristorante, la biblioteca- salle de projection, fino alla grande cantina di vini e formaggi. La piscina interna, incorniciata da un’enorme vetrata con vista mozzafiato sul paesaggio circostante, guarda a un grande caminetto acceso, che sprigiona un piacevole tepore. All’esterno, una seconda piscina riscaldata e una Jacuzzi “immersa” nello scenografico laghetto naturale consentono di nuotare e rilassarsi open air in uno scenario di incomparabile bellezza, reso ancora più poetico quando capita di imbattersi in una nevicata.

Ai bordi di questo specchio d’acqua, limpido e trasparente, le lodges del San Luis stupiscono per le ampie terrazze e i patii con vista sulle montagne circostanti. Ogni chalet è dotato di caminetto a legna e sauna privata.

 Tutto al San Luis – Private Retreat Hotel & Lodges è un elogio alla bioarchitettura: le ampie e generose vetrate creano luce e moltiplicano lo spazio, l’ardesia, le pareti di argilla e il lino si uniscono armoniosamente al prezioso legno Mondholz, il legno della Luna, lavorato seguendo i cicli lunari per mantenerne le proprietà di resilienza e l’energia positiva.

 Scrittori famosi come i fratelli Grimm si sono ispirati alle montagne dell’Alto Adige quale scenario per alcune delle loro storie più conosciute, proprio per la bellezza e per l’incredibile alone di mistero che avvolge questi boschi e questi prati. Con questo progetto, inaugurato a fine 2015, la famiglia Meister sembra aver scritto, con eleganza e delicatezza, il seguito di qualche leggenda altoatesina, come quella di Re Laurino, del suo popolo di nani o delle streghe di Scillar.
sanluisresort.com
®Riproduzione Riservata

 

 

 

 

© Riproduzione riservata

x

x