Toronto sotterranea: cos’è e come visitarla

Toronto è sicuramente la prima città che ci viene in mente se pensiamo al Canada, e moltissime sono le attrazioni che si potrebbero elencare nel caso si volesse organizzare un tour turistico, ma c’è una particolarità di questa città che forse non tutti conoscono, ossia il Path.

Il Path, cioè la Toronto sotterranea, è il più grande complesso sotterraneo del mondo con ben  371.600 mq.

Il Path: Toronto sotterranea

Nonostante conti 3 milioni di abitanti, la capitale dell’Ontario non è molto estesa, la sua impostazione sembra infatti più di stampo europeo piuttosto che americano. Questo perché ricalca la struttura dell’antico abitato indigeno sul quale i coloni francesi hanno eretto il forte settecentesco e gli inglesi, dopo di loro, espansero l’abitato.

Gli edifici centrali furono eretti tutti molto vicini gli uni agli altri, questo è stato il motivo per cui già cento anni fa, si iniziò a pensare di connetterli attraverso una rete di tunnel. Nasce così il Path, una sorta di città sotterranea nella quale si circola esclusivamente a piedi che consta di tre piani e si sviluppa totalmente al di sotto del manto stradale.

Il primo percorso pedonale risale al 1900 quando sotto James Street, il grande magazzino Eaton costruì un tunnel sotterraneo. Ma fu il 1927 che inaugurò la nascita di questa parte nascosta della città, con la costruzione del collegamento tra Fairimont Royal York e la Union Station. Da quel momento, soprattutto nel corso degli anni ’70, ma con interventi che giungono fino ai nostri giorni, il complesso si è ampliato sempre di più.

I dislivelli, che collegano gli edifici anche con dei passaggi sopraelevati, e che constano di tre piani, sono collegati con ascensori e scale, ma hanno anche diversi contatti con la viabilità esterna. Vi si accede infatti attraverso parcheggi e stazioni di mezzi pubblici sia esterni, come i bus, che sotterranei come la metropolitana, che ha anche delle uscite direttamente ai piani sotterranei degli edifici aperti al pubblico.

Per muoversi agilmente attraverso il Path bisogna imparare ad orientarsi velocemente e saper identificare gli incroci, tenendo sempre bene a mente che il percorso eterno non sempre corrisponde a quello sotterraneo.

Per gli abitanti di Toronto, è quindi normale andare a fare shopping nei centri commerciali, oppure andare al cinema, in palestra o in banca scendendo sotto il livello stradale e trovandosi letteralmente sottoterra. Anche alcuni uffici pubblici sono dislocati in questa porzione di città, quindi non è affatto strano per loro, passeggiare per la centralissima Union Station senza mettersi il cappotto, nonostante le rigide temperature invernali.

Il Path si collega anche con le principali attrazioni della città, come la CN Tower, che è il secondo edificio più alto del mondo e che è tappa fissa per i turisti, grazie alla sua spettacolare vista, il Ripley’s Aquariumof Canada ed il Rogers Center.

®Riproduzione riservata / All rights reserved

Autore

Condividi