UNA PROMESSA DEL NUOTO AZZURRO

Occhi azzurri, un fisico statuario e soprattutto detentore del record italiano nei 100 metri rana nella sua categoria. Nicolò Martinenghi, professione nuotatore, ha spento 19 candeline lo scorso Agosto. Lo incontriamo sul set prima di uno shooting incredibilmente a suo agio quasi quanto nelle sue performance in vasca dove l’anno scorso è riuscito a raggiungere il record nei 100 metri rana a Singapore.

Come è iniziato il tuo percorso da nuotatore?

Ho iniziato per caso anche se provenendo da una famiglia di sportivi era quasi inevitabile. Mio papà era giocatore di basket e mio fratello pallanuotista, per cui ho respirato l’odore del cloro fin da piccolo. All’inizio mi sono buttato ed è andata bene sin da subito così ho deciso di non uscire più dall’acqua.

Da dove nasce la scelta del tuo stile nel nuoto?
La rana è lo stile in cui per primo sono riuscito meglio , gli allenatori che ho incontrato lungo il mio percorso mi hanno aiutato molto a crescere portandomi a migliorarlo sempre di più e al raggiungimento del record.

Un esempio a cui ti ispiri nella tua professione?
Sicuramente Fabio Scozzoli che è un po’ più grande di me, ma una grande promessa per il nuoto italiano, mentre nel quotidiano la mia guida è il mio allenatore Marco Pedoja, anche lui nel suo ruolo è molto giovane e quindi stiamo percorrendo insieme questo percorso io come nuotatore e lui come allenatore.

Sei uno sportivo ma allo stesso tempo appassionato di moda, un tuo consiglio di stile?
Non ci sono stili giusti e sbagliati, sono convinto che ognuno debba trovare il proprio affinchè possa essere a suo agio. Personalmente amo molto i look sportivi  ma indosso volentieri abiti per le serate eleganti. Mi piacciono molto i brand emergenti come Off White, ma non disdegno anche i grandi classici (ai piedi indossa delle Louboutin e in vita una cintura di Hermes ndr).

Segui un regime alimentare molto rigido? Cosa ti concedi per sgarrare?
Si, seguo un regime funzionale al mio allenamento, in questi 8 mesi a causa del mio infortunio che mi ha portato a stare fermo ho un po’ sgarrato e sono attualmente a dieta ferrea. Il mio piatto preferito è senza dubbio  la carbonara.

Il  tuo rapporto con i social
Il mio preferito è Instagram, a mio avviso ha superato gli altri social per la sua immediatezza. Lo uso molto per condividere la mia quotidianità e tenermi in contatto con i miei follower che mi supportano ai quali cerco di rispondere sempre.

®Riproduzione riservata

®Riproduzione riservata / All rights reserved

Autore

Condividi