Vacanze 2019: le 10 località italiane più belle dove trascorrere l’estate

Chi l’ha detto che per trascorrere la vacanza perfetta bisogna spostarsi all’estero? In Italia ci sono tante, tantissime località dove poter trascorrere le vacanze all’insegna del mare, del relax, della buona cucina e del divertimento. Noi oggi vi proponiamo le dieci località italiane più belle dove trascorrere l’estate.

Taormina

Taormina è un posto meraviglioso incastonato tra l’immensità del Mediterraneo e l’imponenza del vulcano più alto d’Europa. La sua posizione strategica è già in sé motivo sufficiente per includerla tra le gemme più belle del nostro Paese. Dall’alto si può ammirare un panorama stupendo. Al Teatro Greco si ammirano due spettacoli in uno: la bellezza del secondo teatro ellenico più grande della Sicilia dopo quello di Siracusa unita alla bellezza del panorama sull’Etna e sul Mar Ionio. Un panorama alternativo lo offre il giro in elicottero, con partenza da Catalabiano e tour con vista dall’alto dei crateri sommitali, di Taormina e delle Gole dell’Alcantara. Se il mare sa riservare avventure e incontri particolari, la spiaggia è più legata al relax, alla tintarella, al prendersi un po’ di tempo per leggere un buon libro o semplicemente chiudere gli occhi e ascoltare il rumore del mare.

Matera

Matera è la capitale europea della cultura 2019. Matera è una città unica, un luogo straordinario senza tempo. E’ la città dei celebri Sassi, il primo sito del sud Italia dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, delle numerose chiese rupestri, delle aree naturali che comprendono diversi habitat al cui interno vivono diverse specie faunistiche e floristiche, delle tradizioni contadine, dei paesaggi di incomparabile bellezza. Ma Matera è anche la città dei tesori nascosti, dei musei, dei festival, dei concerti, dei percorsi multimediali. I Sassi sono probabilmente la prima cosa che viene in mente quando si pensa a Matera. L’antichissimo insediamento abitativo costruito nella roccia tufacea sul fianco del vallone Gravina, nel 1993 è stato dichiarato dall’Unesco “Patrimonio Mondiale dell’Umanità”. Certo, non è molto facile camminare per i vicoletti di questo tesoro lucano, ma anche se costa un po’ di fatica tutto lo sforzo viene ripagato ampiamente dalle meraviglie che regala. E dopo una giornata in giro una notte da trascorrere in uno degli hotel che fa vivere l’esperienza di dormire dentro i Sassi, magari leggendo un buon libro o per i più tecnologici facendo qualche partita su NetBet, è davvero il massimo. 

Ostuni

Ostuni, la città bianca della Puglia, è una delle mete estive preferite dai giovani. I luoghi d’interesse storico e culturale da vedere qui a Ostuni sono tanti davvero: una cosa da vedere assolutamente sono le mura aragonesi racchiudono tesori unici ed esse stesse lo sono. La Marina di Ostuni, che si estende per 17 chilometri, riesce a soddisfare ogni esigenza: Costa Merlata, che si chiama così per le sue insenature e le coste frastagliate, è davvero suggestiva con le sue calette e non potrete non farci un salto; Lido Morelli è una zona che è stata dichiarata Riserva Regionale e Naturale, con sabbia bianca e soffice che rende il posto un incanto immerso nella natura più selvaggia.

Santa Teresa di Gallura

Santa Teresa di Gallura si trova a picco sul mare, in Sardegna. Rena Bianca: è la spiaggia del paese, facilmente raggiungibile. L’acqua è sempre limpida ed è ideale per i bambini. – Santa Reparata: uno dei luoghi preferiti dei sub per le sue scogliere e limpidi fondali. 

Positano

Luogo incantato e scelto da migliaia di turisti ogni anno, Positano è tra i posti più belli da visitare in Italia. Tra le principali cose da vedere a Positano vi sono innanzitutto le tipiche vie strette e sinuose, o meglio “scalinate” che collegano la parte alta della città alla spiaggia. Le principali spiagge di Positano sono la Spiaggia Grande e di Fornillo, entrambe raggiungibili a piedi dal centro città, mentre le restanti solo via mare.

Portofino

Situato tra il Golfo del Tigullio e il Golfo Paradiso, Portofino deve molte delle sue bellezze alla presenza dell’Impero Romano, che ha fondato la città nominandola Portus Delphini. Qui i si può immergere nelle limpide acque dell’accogliente mare del borgo, si può godere di natura incontaminata, si può tranquillamente passeggiare tra le case color pastello, respirando tutta l’aria di una tipica frazione marinara.

Tropea

Tropea, in Calabria, è una vera e propria perla situata nel Tirreno. Ad attendere il viaggiatore ci sono oltre 3 km di spiagge bianche, un centro storico ricco di palazzi nobiliari costruiti sulla roccia a picco sul mare caraibico, un panorama mozzafiato con la famosa chiesetta sull’isola e sullo sfondo il vulcano Stromboli.

Ischia

Sempre in Campania, Ischia è uno dei luoghi estivi preferiti dagli italiani. Le stazioni termali sono tante e ognuna ha le sue caratteristiche. Ci sono le terme romane di Cavascura per un tuffo nel passato, poco affollate e decisamente di nicchia. Ci sono i meravigliosi giardini e terme Poseidon dove le vasche termali sono così tante da permettere di trovare in qualsiasi stagione il proprio personale angolo di paradiso. La Baia di Sorgeto (sotto Panza) è una piccola cala dove sgorga acqua termale. Il volenteroso proprietario del ristoro della baia ogni anno costruisce con i massi delle piccole piscine naturali che trattengono l’acqua termale e permettono di sdraiarsi comodamente nell’acqua calda del mare da aprile ad ottobre.

Forte dei Marmi

Elegante, marina, montana, collinare. Forte dei Marmi è un luogo dove rilassarsi tra spiaggia e pinete ma anche dove inseguire una vita da vip, tra boutique e locali alla moda. Con lo sguardo che si allarga nelle località della Versilia e delle vicine Alpi Apuane, in un continuo mosaico di esperienze, sempre tra cielo, terra, mare e boschi, di cui Forte dei Marmi, ben 5 chilometri di spiaggia, è il centro più esclusivo, tra cultura, divertimento, mondanità, natura e riposo.

Alta Valsesia

La Valsesia si potrebbe riassumere in tre parole, in tre “T”: territorio, tradizione, turismo. Termini, questi, legati tra loro da un senso storico e logico e che raccontano l’importanza del valsesiano per il Piemonte e l’intero Nord Italia.

Quello che racconta chi visita i luoghi della Valsesia è di avere, d’impatto, una sensazione di pace: merito, probabilmente, dell’alta cura delle zone verdi di cui la Valsesia è piena e che ne ha fatto il suo valore aggiunto. 

Autore

Condividi