L’uomo nuovo di Valli per H&M fra Cobain e Caravaggio

quattro-modeli-h&m-giambattista-valli

Approda anche nei negozi italiani la nuova collezione speciale dell’anno di H&M. “Giambattista Valli loves H&M” è il nome della capsule collection firmata dallo stilista ormai di casa a Parigi (ci vive e lavora da 22 anni) e che però ha scelto la sua città, Roma, per presentare al gotha della stampa internazionale e a vari vip e influencer i modelli della nuova collezione di alta moda democratica.

Una collezione agender perché oggi parlare di genere nella moda è desueto. E Roma perché, come dice lo stilista che da anni ormai sfila con la sua maison di alta moda a Parigi, è una città straordinaria e perché è ricca di opere d’arte. Caravaggio meets Francis Bacon è il tema dominante della collezione maschile, un debutto del couturier romano nel menswear, che si snoda in uno storytelling molto glunge con un’ispirazione palese a Kurt Cobain e agli anni’90.

Pellicce e pantaloni mimetici, giacconi di jeans slavato e giubbini di pelle rossa. Una collezione romantica, inclusiva, come se Kurt Cobain potesse indossare liberamente gli abiti di Courtney Love e viceversa. Senza stagioni e senza tempo, fatta per durare. Libera e preziosa. Silhouette marcate e sartoriali, il glamour che invade la vita quotidiana.

Capo chiave è il blazer doppio petto, disponibile in una versione tigrata piuttosto sorprendente, pensato per essere indossato con pantaloni cargo, per un look street style anziché formale. Le camicie eleganti sono altrettanto sorprendenti: una senza colletto in seta bianca con pettorina a pieghe, un’altra intrisa di stampe floreali; l’umile camicia in denim è ricamata sul colletto e davanti con fregi total black molto napoleonici.

La marsina ricamata è un omaggio alla giacca indossata dagli intellettuali e dagli artisti francesi che si uniscono all’Académie Française. I ricami ispirati alle alte uniformi militari glamourizzano la giacca in denim sbiadito. Il parka a coda di rondine è sovrastampato con ritratti artistici, pelle rossa e tessuti pregiati conferiscono ai blouson un’allure aristocratica.

Giambattista Valli ha dato il suo tocco ai capi base dell’abbigliamento di tutti i giorni come T-shirt, felpe girocollo o con cappuccio. Il capo di punta è una felpa nera raffigurante un’opera d’arte e un filo di perle bianche applicato intorno al collo, vagamente inutile. Print leopardo e motivi floreali arricchiscono magliette e felpe. I ricami ispirati dalle alte uniformi militari conferiscono alla felpa con zip un tocco maestoso. Maglie felpate e pantaloni sportivi sono declinati in stampe animalier. Ufficiale e gentiluomo ma con un’aria wilde e rock.

I vally boys sono spavaldi e sfilano in livrea con le dame Valli vestite di tulle rosso fiamma plissé con le maniche ad ali di angelo e i tronchetti di pizzo con tacchi a spillo. Un inno alla libertà anche se quelle perle al collo proprio restano un po’ anodine. Nonostante i prezzi accessibili resta da capire quanti uomini si vestiranno mai così, cappotti neri a colonna stile Matrix, pantaloni di paillettes nere e capispalla dark bohémien con la schiena stampata con quadri di Caravaggio, fermo restando che gli abiti femminili sono di una grazia squisita.

®Riproduzione riservata

© Riproduzione riservata

x

x