Vip finiti in carcere: i più famosi guai giudiziari delle star

Si sa il mondo dello spettacolo è pieno di stravaganze e non mancano certo i casi giudiziari che hanno visto vip finiti in carcere per diversi motivi fra cui:

  • droga
  • omicidi
  • detenzioni di armi
  • truffe

e molto altro ancora

Alcuni dei vip finiti in carcere stanno scontando una pena carceraria di diversi anni, altri sono stati in galera per solo una notte, ma senz’altro chi più chi meno hanno fatto parlare di loro.

Ecco alcuni dei vip finiti in carcere negli ultimi anni.

5 Vip finiti in carcere negli ultimi anni

Fabrizio Corona

Nel panorama dei vip italiani finiti in carcere quello che ha fatto parlare più di sé è stato Fabrizio Corona. Finito in carcere per tanti procedimenti giudiziari fra cui estorsione e ricatti ai danni di altri vip famosi.

Silvio Berlusconi

Silvio Berlusconi è fra i politici che ha fatto parlare più di sé sia nel bene che nel male.

Condannato per corruzione e favoreggiamento alla prostituzione per il noto caso di Vallettopoli per Ruby Gate. La sua condanna ha previsto il dover prestare servizio presso una casa di riposo di Milano ed esonerato per ben 5 anni dai pubblici uffici.

Daniele Diele

Domenico Diele ha recitato in varie fiction e nel 2013 ha preso parte al film di Claudio Noce: “La foresta ghiaccio” recitando al fianco di Emir Kusturica. Nel 2017, l’attore investì una donna mentre si trovava alla guida della sua auto senza patente (tolta per utilizzo di stupefacenti). Venne condannato a 8 anni, ridotti a 5 anni.

Bernardino Terracciano

L’attore per un caso d’omicidio Bernardino Terracciano che recitava la parte di un boss dei casalesi nel famoso film di Gomorra, condannato all’ergastolo nel 2008 per un caso di doppio omicidio avvenuto nel 1998.


Stefano Dionisi

Stefano Dionisi ha recitato in alcune fiction di successo come l’Onore e il rispetto e un medico in famiglia, arrestato nel 2016 per detenzione di marijuana ai fini di spaccio: ha scontato una pena di 4 mesi in carcere. Concludiamo la lista col famoso Marco Carta, accusato di aver rubato delle magliette firmate alla Rinascente di Milano e poi assolto dal caso a lui imputato. Insieme a Marco Carta era presente un’amica, Fabiana Muscas, condannata ai servizi sociali per lavori socialmente utili.

®Riproduzione riservata / All rights reserved

Autore

Condividi