WAD – WE ARE DREAMERS, il nuovo brand per non smettere di sognare

Se siete sognatori incalliti dovete assolutamente conoscere la nuova tappa del percorso di vita di Luca Tommassini: il lancio di un brand che invita a inseguire e realizzare i propri sogni, un progetto nel segno dell’inclusione, che aggrega e coinvolge una “dreamer community” di giovani creativi nelle arti performative, musica e cinema.


WE ARE DREAMERS è nuova linea, un collettivo di amici, un pensiero rivolto a tutti i guerrieri dei sogni e nasce dall’incontro tra Luca Tommassini, talent scouter e direttore creativo notoa livello internazionale, Federico Poletti (giornalista e founder di Manintown Magazine) e Alfredo Fabrizio, direttore creativo, che segue lo sviluppo delle collezioni moda e accessori del marchio. Proprio in un periodo difficile e di crisi è nata una collezione che vuole incoraggiare tutte le persone a riconquistarsi una vita migliore. Il primo statement  è  DON’T FUCK WITH MY DREAM, un invito a combattere per i propri sogni che si ritrova sulle felpe, t-shirt e il baseball cap. La prima capsule collection si compone di modelli leisure caratterizzati da grafiche new optical, grande attenzione ai dettagli e slogan dal forte impatto.

Il marchio debutta il 20 giugno con un evento a Milano Moda Uomo e un progetto speciale legato a Fondazione Pangea Onlus, organizzazione no profit che dal 2002 lavora per favorire lo sviluppo economico e sociale delle donne e delle loro famiglie che hanno subito violenze e vogliono ricostruirsi una vita. Grazie ad una speciale t-shirt “DON’T FUCK WITH MY DREAM” il brand ha deciso di supportare i sogni di mamme e bambini, che grazie alle attività di Fondazione Pangea Onlus possono ricominciare una vita serena insieme.

Si prevedono due uscite l’anno (AI e SS), oltre ai diversi special project collegati al mondo del cinema, musica e spettacolo che scaturiscono dalla creatività vulcanica dello stesso Luca Tommassini che racconta: “DON’T FUCK WITH MY DREAM è una frase che mi porto dietro da tempo, un mio modo per difendermi e urlare al mondo di non rovinarmi i sogni, di non frenare e fermare la voglia di conquistare i sogni. Un monito a scendere in campo dopo un periodo così difficile. WE ARE DREAMERS sarà indossata da tutti i sognatori nel campo delle arti e da tutte le persone che torneranno a vivere i propri sogni e conquistarli con coraggio”.

Ph: Davide Musto

®Riproduzione riservata / All rights reserved

Autore

Condividi