Blippar, l’app che riconosce gli oggetti

“Stiamo rendendo il mondo blippabile”. È questo quanto si legge sul sito ufficiale di Blippar, l’app innovativa che permette il riconoscimento degli oggetti davanti a voi mediante l’utilizzo della fotocamera del vostro smartphone.

Vi state chiedendo come funziona? Facciamo un esempio: vi trovate davanti un fiore e vorreste sapere qual è il suo nome per regalarlo a vostra moglie o alla vostra fidanzata. Aprite il software e attendete l’accesso al database: basterà qualche secondo, giusto il tempo di caricare le informazioni, per sapere se si tratta di una peonia o di un’orchidea. Questo vale per una quantità praticamente infinita di oggetti. Inizialmente visualizzerete diverse parole, in stile tag cloud, fino a quando Blippar non sarà sicuro. A quel punto vi darà un solo ed unico risultato e la sua scheda relativa, una sorta di descrizione dettagliata. Se resterà “indeciso”, invece, vi  fornirà più ipotesi nella parte inferiore dello schermo. Un browser – disponibile per iOS e Android, e scaricabile gratuitamente dai vari store – visivo, sicuramente diverso da quelli a cui siamo abituati, che si fonde con tutta la potenza offerta dal machine learning.

“Scoprite – sono le parole della omonima startup londinese – un intero mondo nuovo attraverso la fotocamera del vostro smartphone, blippando gli oggetti di tutti i giorni, i prodotti o le immagini per sbloccare esperienze incredibili, tra cui informazioni, video, giochi, canzoni, offerte esclusive e molto altro”.

E se alcuni risultati restano generici, come nel caso di “abito” o “computer portatile”, per altri possiamo addirittura visualizzare la storia o le informazioni relative all’azienda produttrice. L’obiettivo è quello di soddisfare tutte le curiosità degli utenti: “Noi – continuano – colleghiamo i marchi alle persone che hanno interessi nei prodotti o curiosità negli oggetti, approfondendo e ispirando conversazioni attraverso Blippar”.

blippar.com

®Riproduzione Riservata

© Riproduzione riservata

x

x