Boiler Room e Valentino, la moda incontra la musica con una live performance dedicata ai giovani talenti

Bree Runway, Ichon, Claire Laffut, Woo e Blanco sono i nuovi artisti della seconda live performance che vede protagonista Maison Valentino e la trasmissione musicale online Boiler Room, dopo l’avvincente debutto di dicembre 2020. Ciò conferma che la contaminazione tra musica e moda è sempre più in fermento e che la scena musicale internazionale pullula di nuovi volti e voci su cui puntare.

Valentino, così, gioca un ruolo fondamentale nella promozione dei giovani talenti, ricoprendo il ruolo di stylist. Tutti gli artisti, infatti, indossano la collezione Valentino ACT, la linea uomo autunno/inverno 2021-22 (disegnata da Pierpaolo Piccioli per Valentino) e la linea di make-up della griffe.



Ogni cantante (tra cui Blanco, il cantautore italiano che risponde al nome Riccardo Fabbriconi) si esibisce in una struttura in continua evoluzione e ultraterrena, creata in 3D dall’artista Masha Batsii.

Conosciamo gli artisti.

Bree Runway, all’anagrafe Brenda Wireko Mensa ha lo stesso temperamento e carisma di artiste internazionali del calibro di Lil Kim e Missy Elliott, con la quale ha avuto modo di collaborare. La cantante inglese è tra le rapper più stimate del panorama R&B mondiale tanto da annoverare, tra le sue ammiratrici, l’ex first lady statunitense, Michelle Obama.

Il cantante Ichon, che ha ottenuto un forte successo con lo straordinario LP “Pour de Vrai”, è tra gli artisti più promettenti del panorama musicale francese. Diverse sono le sue collaborazioni con rapper influenti come Hamza e Myth Syzer. Nel suo curriculum sono stati annotati anche i suoi lavori con le griffe Maison Margiela, Pigalle e Weston.

Il rapper sudcoreano Woo Won-Jae è diventato famoso nel 2017 dopo la sua apparizione nel popolare

spettacolo hip-hop, Show Me The Money. La sua partecipazione lo porta a firma un contratto discografico con AOMG di Jay Park. Woo Won-Jae è tra i giovani artisti hip-hop più rispettati della scena musicale sudcoreana ed è un esempio per la Gen Z per antonomasia: abbraccia le sue lotte, affronta i suoi demoni e rimane fiducioso per il futuro.

Claire Laffut, tra i nomi della scena musicale pop di ultima generazione da tenere sott’occhio, incarna perfettamente il ruolo della popstar 3.0. Immagine calameontica, la cantante dalla voce naturale e fresca s’ispira alla cantautrice e compositrice Lizzy Mercier Descloux. “Canto, racconta, perché mi sembra di trovare la verità nelle note, nelle melodie e nelle parole. Mi fa sentire bene”. Dopo il suo primo EP Mojo (autunno 2018) e i singoli composti subito dopo, Claire Laffut ha fatto strada nella musica, partecipando a diversi eventi.

Tra i nomi che partecipano all’iniziativa di maison Valentino e Boiler Room c’è anche l’italiano Blanco, classe 2003. Dopo essere stato notato da Eclectic Music, ha pubblicato sotto l’etichetta Island Records, molti singoli, come “Notti In Bianco” e “LA CANZONE NOSTRA” con Mace e Salmo, che è stato certificato triplo disco di platino. Nel febbraio 2021 pubblica il singolo “Paraocchi” e dopo il brano “Tutti Muoiono” feat. Madame; il 17 giugno dello stesso anno l’artista lancia il nuovo singolo “Mi Fai Impazzire” con Sfera Ebbasta. La canzone ottiene un forte successo, raggiungendo il primo posto nella Top 50 di Spotify con più di 20 milioni di stream.

© Riproduzione riservata

x

x