Crossfit mania: Nicola Bonura

Si riconferma trend anche per quest’anno il CrossFit, la disciplina creata da Greg Glassman negli Stati Uniti nel 2000, che mira a rafforzare la forza e la prestanza fisica generale dell’individuo attraverso esercizi ad alta intensità, calibrati alle capacità psico-fisiche di ognuno ed eseguiti in brevi intervalli di tempo. Si tratta di un allenamento vario, che attinge da diverse discipline, tutte con differenti funzioni e caratteristiche per raggiungere una preparazione fisica generale. Questa volta ne parliamo con Nicola Bonura, atleta siciliano DOC che rappresenta un esempio di passione autentica per questa disciplina.

Foto @alanpasotti + @alanpasotti_cf_pf

Parlaci del tuo percorso fino ad oggi, cosa fai nella vita?

Sono un militare di professione e come si puó immaginare conduco una vita movimentata, ma nonostante questo sono sempre riuscito grazie alla mia caparbietà a portare avanti anche la carriera sportiva.

Come ti sei avvicinato al Crossfit e da quanto lo pratichi?

Me lo hanno fatto conoscere degli amici nel 2014, ma soltanto nel 2016, per motivi lavorativi che mi vedevano impegnato fuori, iniziai a praticarlo. Sapendo che tipo di persona sono, mi dicevano: “sicuramente ti piacerà”. È stato amore a prima vista. Finalmente uno sport che non mi annoiasse, grazie alla varietà costante degli allenamenti, ma che soprattutto mi desse la possibilità di provare a superare i miei limiti mentali e fisici ogni giorno.


Il box al quale sei legato di più?

Sicuramente quello in cui ho iniziato a praticarlo, Reebok Crossfit Alcamo, perché è lì che mi sono formato e tutto è nato. Se sono arrivato a questo livello oggi devo dire grazie a chi inizialmente ha creduto fermamente nelle mie capacità, il coach Bart Lanzarone. Inoltre, ho avuto modo di allenarmi per diverso tempo in altri box d’Italia perché per esigenze lavorative stavo diversi mesi in altre regioni, e devo dire che ho lasciato un pezzo di cuore anche al Crossfit Mastino. Quest’ultimo è gestito da persone fantastiche per cui consiglio vivamente di fare un drop in per chi si dovesse trovare in zona Verona o dintorni.

Quante volte a settimana ti alleni?

Mi alleno 5 volte la settimana spesso in doppia o tripla sessione più un giorno di recupero attivo e un giorno di riposo che spesso è la domenica.


Raccontaci del tuo esercizio preferito..

Non ho un esercizio preferito perché mi piacciono tutti, ma comunque faccio volentieri i bar muscle up.(combinazione di una trazione alla sbarra seguita da un dip sui tricipiti. Si può eseguire sia alla sbarra sia agli anelli ndr.)


La vittoria o competizione più significativa per te?

Sicuramente le edizioni de French Throwdown a cui ho preso parte e che mi hanno regalato anche un secondo posto nel 2017. Questa è stata una competizione che mi ha fatto acquistare tanta consapevolezza di me stesso e dato carica per affrontare i successivi Day Training al massimo. Inoltre non meno importante la prima gara a cui presi parte e che mi regaló il primo posto nella cat. Scaled, la battaglia di Milano nel 2016, appena dopo 5 mesi dal mio inizio.

Foto @alanpasotti + @alanpasotti_cf_pf

Un consiglio per chi volesse avvicinarsi a questa disciplina?

Cercate di non avere fretta di caricare il bilanciere e di non creare clima di competizione negativo, ma piuttosto siate curiosi della tecnica cercando di studiare e di imparare i vari esercizi nel modo migliore possibile. Ritengo sia un aspetto fondamentale per chiunque voglia approcciarsi a questo sport in maniera sana.

Come è cambiata la tua routine lavorativa e di allenamento durante il lockdown?

Mi trovavo in Austria durante il lockdown, ma per fortuna non è cambiato nulla sotto il punto di vista dell’allenamento perché ho avuto la fortuna di avere a casa di chi mi ospitava l’attrezzatura necessaria per portare avanti ogni mio allenamento.


Obiettivi futuri e prossime competizioni sulle quali stai lavorando?

Uno degli obiettivi principali per un crossfitter sono gli open, sicuramente in questo periodo dove la maggior parte delle gare sanzionate sono annullate, i “Crossfit Open” sono la cosa su cui mi sto focalizzando. Poi per la stagione 2021 spero di prendere parte al French Trowdown, tappa ormai essenziale, ma anche ad altre gare internazionali come German throwdown e crossfit lowland Trowdown.

Foto: Alan Pasotti @alanpasotti_cf_ph

Special thanks: @heavytoolscrossfit

®Riproduzione riservata / All rights reserved

Autore

Condividi