Cuoio di Toscana e Simone Guidarelli firmano una nuova capsule targata Made In Italy

Tra i nomi che meglio rappresentano e tengono alta la bandiera del Made In Italy, si riconferma Cuoio di Toscana che ha aperto le porte della settimana della moda di Milano, con un evento che ha visto protagonisti, insieme, Antonio Quirici, (Presidente di Cuoio di Toscana) e Simone Guidarelli, “creativo seriale”, che per l’azienda ha creato l’esclusiva capsule Twenty21.

Un’estetica ritrovata nei capi e negli accessori, ispirati alla memoria delle donne che hanno dato lustro al gusto al genio italiano, attraverso il segno indelebile del patrimonio artistico, culturale e scientifico che hanno lasciato: da Oriana Fallaci ad Anna Magnani, da Grazia Deledda a Rita Levi Montalcini, passando per Nilde Iotti fino a Alda Merini.



Lo chemisier, la gonna e il trench in cuoio, dal sapore anni ‘70, avvolgono il corpo femminile con la resa sartoriale di un tessuto pregiato, armonizzando design e volumi con impeccabili pieghe sotto la cintura. Questo perfezione stilistica è resa possibile grazie a uno speciale trattamento lungo 60 giorni, che permette di ottenere duttilità e resistenza allo stesso tempo. Un procedimento innovativo che utilizza tanni vegetali come quelli ricavati dal castagno ed è rigorosamente inserito in un sistema di economia circolare, in cui persino gli sfridi di scarto vengono utilizzati come fertilizzanti.

La visione creativa di Simone Guidarelli, sempre fresca ed energica nella scelta di nuance che rompono la monotonia, si traduce nella creazione di una signature print ideata in esclusiva per Cuoio di Toscana: una fantasia floreale stilizzata, chic e ludica, trasposta sul cuoio in cui campeggia fiero un gallo, simbolo di Firenze e d’ora in poi anche di Cuoio di Toscana.
 
Pezzi unici completano la collezione, con l’originale cappelliera, iconici occhiali dalla montatura in pelle, cinture, borse e stivali stampati, per chiudere con l’intramontabile monk doppia fibbia. In vendita online, dal mese di aprile.

Un messaggio ottimista e di ripresa per il mercato del Made in Italy nel mondo, quello di Antonio Quirici, Presidente di Cuoio di Toscana: “Grazie a Simone Guidarelli e ai nostri meravigliosi artigiani abbiamo realizzato un sogno impossibile applicando al cuoio lavorazioni, trattamenti e stampe riservate tradizionalmente all’abbigliamento e legate al genius loci. La nostra mission è rompere gli schemi con soluzioni creative originali nel design e di alta qualità che rilanciano la centralità delle donne come forza motrice di questo nostro straordinario paese” Il cuoio, materiale di per sé altamente sostenibile, rivela con questa inedita capsule potenzialità e doti mai esplorate finora, confermando l’impegno del nostro Consorzio a supportare il mondo femminile e a salvaguardare il ruolo cruciale di aziende e artigiani nella rinascita del paese più bello del mondo in cui tutto è ancora possibile”.

®Riproduzione riservata / All rights reserved

Autore

Condividi