Dalla vittoria sanremese ai live: Gaudiano

Vincitore della categoria Nuove Proposte del 71esimo Festival di Sanremo 2021 con la canzone “Polvere da sparo”, Luca Gaudiano, in arte Gaudiano, sceglie Manintown per parlare del suo passato, del suo presente e del suo futuro, svelando quanto creda nel confronto diretto con chi gli sta a cuore. Un mantra che riporta al singolo Rimani, da poco approdato nelle classifiche italiane, che lo proietterà direttamente ai suoi primi e attesissimi live.

“Voglio scappare a Milano per farmi tagliare la faccia dal vento” e ci troviamo proprio qui per raccontarti come uno dei Men in town dell’anno grazie alla tua vittoria tra le Nuove Proposte al Festival di Sanremo. Possiamo ,quindi, dire che nel tuo caso il 2021 è iniziato in realtà con il vento in poppa non trovi?

Concordo pienamente, il 2021 ha subito un piacevole risvolto fisiologico generato da un 2020 di impegno e dedizione.



Dalla Puglia a Roma, dove hai approfondito gli studi musicali e vissuto alcune esperienze teatrali, al capoluogo meneghino. Come vivi la tua quotidianità da artista e quali sono i tuoi luoghi del cuore?

La mia quotidianità è molto casalinga. La vivo studiando, suonando e lavorando alle produzioni. Il mio arrangiatore è Francesco Cataldo che plasma la struttura melodica e armonica di ciò che elaboro. Il luogo del cuore è diventato la Scuola di Musica di Novate dove, insieme al mio amico Dave Marchi, ho iniziato a porre le basi dei miei esordi. Una location dove si respira musica in ogni angolo e si percepisce l’entusiasmo dei piccoli musicisti concentrati nella propria formazione.

Il brano presentato a Sanremo “Polvere da sparo” narra la cruente tematica della metabolizzazione di un lutto che attraverso le note viene “donata” alla memoria collettiva. Atto liberatorio ma anche un’elogio alla fragilità emotiva di un giovane uomo. Guardare oltre le nuvole attraverso la musica è uno dei messaggi che hai voluto dare ma quali altri si celano in esso?

Il concetto di continuazione è sempre trasversale. Tutti gli accadimenti ci fanno capire che sopravviviamo in un flusso che si rigenera costantemente. Spesso ciò ci infligge profondi sensi di colpa in quanto non riusciamo a governarlo. Però, ho capito che gli stessi possono diventare una nuova linfa che genera risvolti inaspettati.



Hai già annunciato i tuoi primi appuntamenti dal vivo post restrizioni pandemiche: il 21 novembre ai Magazzini Generali di Milano e il 25 novembre al Largo Venue di Roma. Cosa ti aspetti dall’incontro con il pubblico che non hai avuto modo di accarezzare vocalmente dal vivo sul palco dell’Ariston?

Sono spaventatissimo perché, avendo un background teatrale che mi vedeva interpretare personaggi, per la prima volta mi ritroverò privo di filtri davanti ad un pubblico. Salirò sul palco con i pezzi che rappresentano una parte mio vissuto. Di sicuro non vedo l’ora di riuscire a coinvolgerlo.



Gaudiano resta concentrato sui suoi ambiziosi traguardi sul suo nuovo singolo: “RIMANI” (Adom Music/Sony Music/Epic). Un brano dedicato “a tutti i coraggiosi che scelgono di amarsi ai tempi della precarietà sentimentale.” Ancora un insegnamento, ancora un cura: il segreto del far andar tutto bene è come sempre la resilienza?

Ho imparato a credere tantissimo nel confronto con l’altro esulandosi da quello che si ha unicamente su sé stessi. Mi sono reso conto che ho davvero bisogno di avere qualcuno a casa “con cui litigare”. Amo condividere il tempo con chi amo e penso che in due si possa sicuramente riempirlo meglio.



Special content direction, production, interview and styling Alessia Caliendo

Photographer Martina Ferrara @ Studio Luce 

Mua Eleonora Juglair
Hair Florianna Cappucci @ Freelancer

Alessia Caliendo’s assistant Andrea Seghesio

Location A15  Milano

Special thanks to 

La Forchetta Verde 

®Riproduzione riservata / All rights reserved

Autore

Condividi