Doppio compleanno al Salone Nautico di Genova con la limited edition di Breitling

Le ultime ore al 60° Salone Nautico di Genova, sono state scandite da un segnatempo che ha sempre avuto un occhio di riguardo per il mondo del mare e ben 60 motivi per festeggiare.

L’ottimismo e la volontà sono il motore che ha tenuto vivi gli ingranaggi di Breitling.
Cosa ci contraddistingue in un periodo storico così controverso, se non la capacità di cogliere un’opportunità per dare il proprio contributo all’ambiente. “Le occasioni fanno le rivoluzioni”. Lo sa bene la casa svizzera che ha scelto la mostra più importante del mondo, sull’eccellenza della nautica, per celebrare il 60° anniversario del suo prodotto più vicino al mondo del mare e ai suoi fondali: il Superocean, sviluppato nei suoi primi esemplari per cronometrare le regate veliche, si è, in poco tempo, evoluto in un cronografo tecnico da immersione per gli appassionati delle alte prestazioni.

Un messaggio positivo che si realizza nella capsule del Superocean Automatic 44, composta da 60 esemplari con fondello inciso con il logo ufficiale del 60° anniversario del Salone nautico, in cui compare il simbolo dell’infinito. Quest’orologio, automatico con cassa 44 mm, è molto amato dagli imprenditori del mondo della nautica e appassionati del mare.

Nel corso della celebrazione il campione di surf italiano Roberto D’Amico ha raccontato la sua esperienza di pulitura delle spiagge resa possibile anche grazie alla partecipazione di Breitling nell’impresa. “E’ un onore portare addosso un prodotto che non ha un impatto negativo sull’ambiente, anzi lavora attivamente per la sua difesa”. L’impegno dell’atleta continua con la sua iniziativa itinerante “Roby Clean Up” che va avanti da un anno ormai, per la pulizia approfondita di spiagge e fondali in cui la partecipazione della gente del luogo, in giro per il mondo, è sempre più attiva ed energica. Un documentario in 4K che racconta quest’impresa di grande valore etico, è fase di completamento. Un tema molto caro per chi, come lui, sente il mare come una seconda casa. Non vediamo l’ora di vederlo.

Breitling Superocean con cinturino in Econyl

Una collaborazione che sigilla questo patto di salvaguardia dell’ecosistema marino, è la collaborazione con Giulio Bonazzi, visionario presidente e AD di Aquafil che agisce su due fronti: ritira materiali di scarto dalle industrie e collabora con Healthy Seas nel recupero delle reti da pesca fantasma, per rigenerarle in accessori e tessili in Econyl senza alcuna limitazione stilistica, a loro volta 100 per cento riciclabili.

Un’azione che si svolge in 7 paesi diversi e 3 continenti, raccogliendo più di 40.000 tonnellate di nylon e risparmiando il 90% di co2.
Partnership come queste sono da ritenersi una priorità, perché educare le coscienze ad avviare nuovi cicli produttivi per salvare il nostro pianeta genera un beneficio comune.

In cover Patrizia Aste Ceo di Breitling con Roberto D’Amico, atleta della nazionale italiana di surf

®Riproduzione riservata / All rights reserved

Autore

Condividi