“ETHICS MEET AESTHETICS” La sostenibilità high end di Gilberto Calzolari incontra il full electric di Volvo

Gilberto Calzolari, visionario consapevole. Lo abbiamo amato e sostenuto già in occasione del suo meritato riconoscimento al Green Carpet Fashion Award del 2018, quando ha fatto indossare alla modella e influencer Federica Del Sale, un abito fatto di juta del Brasile, trovata sui Navigli a Milano, quella stessa juta che, dopo aver trasportato chili di caffè ed esser stata utilizzata come barriera per impedire l’allagamento dei canali, diventa materiale di recupero a cui viene data un’altra vita, ricoperta di cristalli swarovsky, ma senza piombo. Da questa conquista, si diffonde a macchia d’olio il percorso di un designer che ha fatto della riabilitazione dei materiali e della salvaguardia del pianeta, una vera missione.

Un’intuizione e un impegno che gli ha permesso d’imporsi tra le prime file di un sistema di produzione realmente ecofriendly, opera riuscita ancora a pochi, quando è lo stile che non ci rimette, ma al contrario, nella sua opera, fa da eco a risultati sorprendenti dal punto di vista della ricerca.
Il suo denim sostenibile, il nylon EVO (tratto dai semi dell’olio di ricino) sono alleati di una rivoluzione estetica fatta di ricami e preziosi dettagli couture, ricavati da bottiglie riciclate o plastica recuperata dal mare.

Ed è lui, sempre con lo sguardo proiettato in avanti, che ha creato, per Volvo, pochi giorni fa, uno show dedicato e presentato nel corso di un evento che ha visto protagonisti elementi di upcycling, provenienti dal mondo dell’autovettura.
Al Volvo Studio Milano, sede di lancio della nuova Volvo C40 Recharge full electric, il binomio moda e motori si consolida su un universo di valori condivisi, volti alla creazione di un design ricercato e sostenibile.
Il look futuristico della collezione rispecchia l’utilizzo dei materiali tecnologicamente  avanzati e di elementi come airbag destinati al macero per la realizzazione dell’abito tunica e la pencil skirt; vere e proprie cinture di sicurezza si trasformano in accessori d’avanguardia per il punto vita; il top ricamato in poliestere Seaqual ottenuto dal riciclo delle plastiche recuperate dal mare; l’abito asimmetrico in stampa geometrica realizzato in poliestere Newlife™ 100% made in Italy; la gonna avorio a pannelli plissé in cupro Bemberg™ certificato GRS e la giacca in canvas di cotone Eco-Kosmos con biodegradazione accelerata.

Nel punto di vista di Gilberto Calzolari, gli antichi valori dell’età classica a cui lui fa costante riferimento: “Etica ed estetica sono da sempre al centro della mia filosofia: con le mie creazioni voglio dimostrare che la creatività ed il lusso possono – e devono – andare di pari passo con il rispetto per il nostro pianeta. Per
questo motivo, la partnership con
Volvo mi sembra la cornice perfetta per celebrare un mondo valoriale ed estetico autenticamente contemporaneo che, peraltro, riprende uno dei più importanti insegnamenti che ci ha tramandato il mondo classico: “kalos kai agathos”, l’unione tra il buono e il bello”.

Oggi la Sostenibilità è un’esigenza e un’opportunità di business, non una casella da spuntare nella lista
delle cose da fare. E mostra come seguire un approccio etico non significhi limitare la propria capacità di
espressione estetica, bensì liberi la creatività e favorisca l’innovazione, sia per le forme sia per i materiali
” ha affermato Michele Crisci, Presidente di Volvo Car Italia.

®Riproduzione riservata / All rights reserved

Autore

Condividi