Rising stars: Filippo Marsili

Filippo Marsili, romano, giovanissimo attore al terzo anno del centro sperimentale di Roma, si è già fatto notare nella seconda stagione di Baby con il suo personaggio Carlo.

Ora attendiamo l’uscita su Netflix del capitolo finale della serie che ha appena finito di girare.

Sempre per lo stesso network, ovvero Netflix, lo vedremo presto nella nuovissima serie Curon.

Photo by Riccardo Riande

Quando hai capito di voler fare l’attore?

Potrei dirti che tutto iniziato al liceo, in maniera del tutto non professionale, poi ho proseguito con dei workshop che hanno fatto crescere in me la passione per la recitazione.
Subito dopo la scuola ho capito che non sarei riuscito a vedermi in un lavoro standardizzato, quindi ho deciso di intraprendere questa professione che mi concede il lusso di vivere 1000 vite.

Sei ancora al centro sperimentale?

Si, stiamo facendo le lezioni online e spero potremmo abbracciarci tutti molto presto.

Nonostante tu stia ancora frequentando i corsi hai già avuto la tua bella occasione…

Per l’appunto essendo ancora io al centro aver avuto la possibilità di accedere al mio primo lavoro con un progetto Netflix come “Baby2” è stata davvero una grandissima soddisfazione.
Ero cosciente del fatto che fosse stata seguitissima la prima serie ed io ero al mio primo provino, questa è stata una grandissima iniezione di fiducia per la mia professione.
Ed alla fine dei conti rimane sempre il primo lavoro, quello che non ti scordi mai.

Ci sarà presto anche Baby3?

Si confermo che abbiamo appena finito di girare la serie, orientativamente credo debba uscire a ridosso dell’estate, però con tutti i cambiamenti che ci sono in questo periodo non saprei dire niente di più preciso.

C’è qualcuno in particolare con cui hai legato di più nel cast?

Sicuramente ti direi Sergio Ruggeri in quanto siamo entrati insieme nella serie alla seconda stagione, ma alla fine ci siamo integrati benissimo con tutto il cast in quanto siamo tutti ragazzi giovani quindi l’atmosfera era sempre ottima.

Cosa mi racconti come evoluzione del tuo personaggio nella terza serie?

Nell’ultima serie tutti personaggi arrivano alla resa dei conti, in quanto, in modi diversi, ma avevano vite segrete che sveglieranno di puntata in puntata arrivando all’epilogo.
Carlo, il mio personaggio nel suo piccolo continuerà a seguire il branco, di più non posso dirti altrimenti che gusto c’è a guardare la serie.

Sarai anche nella nuova serie Netflix Curon, cosa mi puoi anticipare di questa?

Curon è un piccolo paesino del Trentino-Alto Adige famoso per il suo lago da cui emerge il campanile della chiesa.
E proprio da qui parte la storia di alcuni abitanti con qualcosa da nascondere, insomma una serie di genere, potremmo dire un thriller psicologico.

Cosa farai appena potrai uscire di casa?

Innanzitutto, finire il terzo anno del centro sperimentale che per me è davvero importantissimo, e poi una bella birra rossa con gli amici che mi manca davvero.

Cosa non deve mai mancare nella tua valigia prima di un viaggio… quando torneremo a viaggiare?

Sicuramente gli occhiali da sole, non me ne separo mai.

Cover photo credit: Riccardo Riande

 ®Riproduzione riservata

®Riproduzione riservata / All rights reserved

Autore

Condividi