I gioielli che colpiscono i sensi

Audace, provocatoria, talentuosa. È Betony Vernon, designer di origini americane, trapiantata a Parigi, antropologa sessuale, autrice di libri ed educatrice del benessere sessuale. Le sue creazioni sono state esposte in numerose mostre internazionali, da Londra a Parigi e anche a Milano. Con la collezione di gioielli “Paradise Found – Fine Erotic Jewelry”, la sua missione è di abbattere i tabù della società legati al sesso e di diffondere un’immagine più libera e consapevole della sessualità, legata all’accettazione di sé e al benessere. MANINTOWN l’ha intervistata per soddisfare qualche curiosità.

Ti definisci “un’antropologa del sesso”. Perché hai deciso di studiare le relazioni sessuali?
Come quasi tutti, sono sempre stata affascinata dalla sessualità, e questo fascino non è mai stato represso. Penso perché non ho avuto la guida ferma dei miei genitori durante la crescita. Quando ho iniziato a disegnare la collezione Paradise Found Fine Erotic Jewelry ero, in effetti, molto ingenua nel pensare che chiunque considerasse l’esperienza sessuale come me. Volevo solo divertirmi ed esplorare me stessa. Ho cominciato a tratteggiare la Sado-Chic 25 anni fa, come risposta al mercato di quel tempo. Mi ha permesso di capire che la sessualità condiziona ogni aspetto della nostra vita. Negli anni, mi sono convinta di come la nostra sessualità sia influenzata dalla religione, dalla politica e dal sistema in generale. Lo studio della sessualità umana pervade tutto il mio lavoro e inevitabilmente mi ha consentito di occuparmi delle relazioni e della delusione del sesso, così come dei suoi piaceri. Fondamentalmente mi sforzo di demolire i tabù del piacere. È impossibile superare i limiti sessuali se non siamo consapevoli di come questi limiti ci siano stati imposti, e così sono rimasta affascinata dall’antropologia sessuale. Chiedo costantemente a me stessa come la nostra sessualità si sia formata nei secoli. Questo è fondamentale per capire, rimodellare e ridefinire la nostra identità sessuale oggi.

Secondo te, come si può raggiungere un’armoniosa relazione intima?
Le relazioni intime positive dipendono dall’apertura e dalla volontà del partner di esplorare e sperimentare insieme la sfera sessuale. Essere aperti a provare nuove sensazioni e situazioni è cruciale per una relazione duratura. Infatti, come ogni altro rapporto, l’intimità ha bisogno di essere accesa e nutrita. La novità è fondamentale per l’eccitazione sessuale e questo richiede da parte nostra una conoscenza, una consapevolezza e un senso di avventura per rinnovare costantemente i rapporti. Credo anche che imparare a curare il corpo come un insieme sessuale è essenziale per accrescere la soddisfazione. Questo richiede che si imparino a utilizzare gli strumenti e le tecniche per la stimolazione di tutto il corpo. Questo è il tema centrale del mio libro The Boudoir Bible – The Uninhibited Sex Guide for Today (Rizzoli).

Qual è il rapporto tra design e sensualità?
Come designer credo che sia mio compito rendere le esperienze quotidiane più eccitanti e sensuali. Non importa cosa stia disegnando, io punto a coinvolgere i sensi e, quando è possibile, a reinventare l’esperienza sensoriale. Le mie creazioni colpiscono i sensi. Per me design e sensualità sono interdipendenti.

Qual è la funzione principale della tua linea di gioielli erotici?
È quella di migliorare l’esperienza sessuale. Il mio scopo come designer è anche quello di annullare l’antichissima idea secondo cui il sesso è qualcosa di scadente o di sporco. Voglio elevare la nostra sessualità a qualcosa di sacro. Creo una risposta durevole e che salvaguarda il corpo rispetto a un mercato in cui questi valori sono raramente presi in considerazione. Invito i miei collezionisti a rivalutare l’estetica sessuale. Vorrei, attraverso i miei gioielli erotici produrre una stimolazione di tutto il corpo, che era, ed è ancora, considerata da molti come “deviante” o “perversa”, nell’ambito di un comportamento sessuale accettabile e perfettamente sano.

Qual è il pezzo più rappresentativo della tua collezione?
Penso che sia la Boudoir Box. È un oggetto che ho tenuto segreto per 18 anni e che oggi fa parte della mostra Medusa, al Museo di Arte Moderna di Parigi. Esibire questo pezzo è stata una decisione difficile da compiere, ma sono arrivata ad accettare il fatto che fosse giunto il mio momento di venire alla luce. Utilizzavo la Boudoir Box per viaggiare con i miei lavori, per appuntamenti privati con i collezionisti, prima che ci fosse un luogo adatto per la vendita. Devo dire che i commercianti erano innervositi dal mio lavoro all’inizio. La Boudoir Box può contenere dai 21 ai 70 pezzi della mia collezione erotica e include uno degli oggetti che credo rappresenti meglio l’intera collezione. È chiamato The Petting Ring. La sua forma “ci costringe” a compiere il gesto del Chi-Mudra, che associamo normalmente allo yoga, alla meditazione e a un pensiero fisso. Un buon amante è presente e focalizzato solo sui piaceri dei sensi! Il Petting Ring è dedicato al gentleman, e porta su un’altra dimensione la masturbazione maschile.

I gioielli possono rendere le donne più sicure di sé?
Assolutamente, ne sono testimone ogni volta, per esempio quando metto un Lovelock Collier attorno al collo di una donna. Immediatamente lei raddrizza la schiena e sorride perché si sente bella, sexy e più potente. Lo stesso accade per gli uomini. Rendere le persone più sicure è un elemento importante di ciò che faccio.

I tuoi trucchi per sedurre un uomo?
Vestiti per spogliarti… ti fa sentire sexy! Tuttavia, la cosa più importante è amare se stessi, prendersi cura di sé, sedursi e, inevitabilmente, si sedurranno gli altri.

Cosa attrae gli uomini di una donna?
È tutta una questione di chimica. So che non suona molto romantico, ma tutti sappiamo che quando non c’è chimica non c’è desiderio. Una delle domande che le persone mi rivolgono più spesso è: come mantenere vivo il desiderio? Il desiderio rimane vivo quando teniamo attivo lo spirito da bambino che è dentro di noi, giocoso, desideroso di imparare, esplorare e scoprire, che vuole amare e non si chiede se quell’amore sia meritato. Lo spirito bambino desidera anche godersi la vita, e questo è molto attraente.

®Riproduzione Riservata

© Riproduzione riservata