Il principe William desidera rimettersi la divisa da pilota e avviare soccorsi per l’emergenza coronavirus

Per rendersi utile durante le pratiche d’emergenza sanitaria, il principe Wlliam vuole tornare a pilotare gli elicotteri-ambulanze con cui ha salvato vite umane dal periodo 2014-2017. Sta di fatto che nonna Elisabetta potrebbe dir di no: perchè ora piu’ che mai, la monarchia necessita di lui. 

Giunti agli estremi di una pandemia d’impatto alquanto risolutivo, ora piu’ che mai il Regno Unito come il resto del mondo lotta contro l’emergenza coronavirus. Il principe è pronto per tornare a salvare vite umane, rischiando tutto per rimettersi la divisa e a lottare per il paese.

Secondo la stampa britannica, il membro della royal family si è avviato a un call center del servizio medico nazionale Britannico nel sud di Londra. Una fonte inglese, The Sun, rivela che “William ha preso seriamente in considerazione l’idea di tornare a lavorare come pilota di ambulanza aerea per aiutare durante questa pandemia. Sa che l’intero Paese sta facendo la sua parte, vuole essere utile anche lui.”

Un desidero che gli fa gran onore, ma che potrebbe essere al contempo materia di calibro irrealizzabile. La nonna regina potrebbe negargli il permesso. Perchè il secondo erede al trono, in questo momento, per la corona è piu’ importante che mai: il papa’.

Ebbene si, Carlo d’Inghilterra è appena guarito dal coronavirus: il fratello Harry, dopo l’addio alla royal family, si è ritirato a vita privata in California con la moglie Meghan e il piccolo Archie. Resta alquanto difficile dunque che William possa ritornare a coronare il suo sogno di volare. Per ora rimarra’ in isolamento in Campagna, in attesa di istruzioni. 

®Riproduzione riservata

© Riproduzione riservata