Iniziali sulla camicia: sì o no e perché è una buona idea

In un articolo precedente abbiamo parlato di camicie, in particolare di quali tipi di colletto si adattano alle varie occasioni d’uso, ora parleremo di un dettaglio particolare che può essere apposto alle camicie, ossia le iniziali sulla camicia ricamate.

Ecco le origini di questa moda, la posizione migliore dove farle ricamare, il carattere delle lettere e il colore consigliato!

L’origine di ricamare le iniziali sulle camicie

L’origine di questa usanza deriva dal bisogno, in tempi passati, di distinguere gli indumenti e capire a chi appartenessero, soprattutto nelle famiglie molto numerose. Nel tempo si è mantenuta questa tradizione soprattutto in contesti più eleganti fino a denotare la confezione su misura delle camicie, ma nulla vieta di apporre le iniziali su una camicia preconfezionata, renderanno il capo echi lo indossa simbolo di stile e raffinatezza.

Posizione delle iniziali sulla camicia

La prima domanda che spesso ci si pone è dove far apporre le iniziali sulla camicia. Di solito si deve applicare il monogramma sul lato sinistro della camicia, quello dove ci sono i botton, e nello specifico tra il quinto e il sesto bottone contando dall’alto. Questo perché in origine le iniziali non dovevano essere visibili se si indossava la giacca. Invece, se la camicia è quella da smoking, le iniziali vanno a lato della pettorina. Al giorno d’oggi però, si possono posizionare anche in altri posti, per esempio sul colletto, oppure sui polsini o ancora sul taschino, è una scelta di certo più moderna e informale. 

Il carattere delle lettere

Le lettere delle iniziali sulla camicia possono essere sia in stampatello maiuscolo che in corsivo minuscolo, che è una scelta anche in questo caso, meno formale della prima. La scelta è appannaggio del mero gusto estetico, anche perché alcune lettere risultano più fini ed eleganti in uno dei due caratteri. Per chi preferisce attenersi alla classicità, esiste anche la scelta dei caratteri ombreggiati, dove la lettera viene ricamata con un filo bianco e poi ripassata in alcuni punti con il blu per simulare appunto l’ombreggiatura.

Il colore delle lettere

Per le camicie da utilizzare tutti i giorni, azzurre o a ricche, il colore più usato è il blu, anche se in diverse sfumature; per un contrasto meno evidente si può optare per un azzurro o comunque un tono su tono. Per le camicie più eleganti, invece, sarebbe meglio virare sul grigio.

Infine, se la camicia è sportiva e informale, ci si può sbizzarrire e dare libero sfogo al proprio estro e personalità.

© Riproduzione riservata

x

x