Insonnia: cibi per combatterla

Per riuscire a condurre uno stile di vita sano, è importante e necessario riuscire a dormire le giuste ore, e soprattutto nel modo corretto.

Se soffrite di insonni o di disturbi del sonno, assicuratevi di consumare, soprattutto nell’ultimo pasto della giornata, degli alimenti che contengano sali minerali, in particolare magnesio e potassio, ferro e vitamine, come la b3 e la B6, che stimolano la produzione di serotonina, l’ormone della felicità, e di melatonina, il cosiddetto ormone del sonno.

Vediamo insieme, quali cibi sono i più ricchi di queste sostanze e per questo, possono aiutarci nel combattere l’insonnia, se consumati nelle giuste dosi, al momento giusto.

Cibi per combattere insonnia

Frutta fresca

Le banane e le albicocche, grazie all’alto contenuto di magnesio e potassio, sono un ottimo alleato per contrastare l’insonnia, in quanto contribuiscono, non solo al rilassamento muscolare, ma anche a stimolare la serotonina.

Le pesche, anch’esse ricche di magnesio, grazie alla vitamina B3, ci aiutano a rilassare il sistema nervoso ed il corpo, favorendo il sonno.

Infine i kiwi: consumare dei kiwi prima di andare a dormire, contribuirà a mantenere il corretto livello di ferro, la mancanza di folati, infatti, può provocare disturbi del sonno.

Riso e cereali

In questo caso è l’indice glicemico a venirci in soccorso. Consumando del riso per cena, si stimolerebbe l’attività della serotonina. La sensazione di benessere che produce aiuta il rilassamento del corpo. La stessa cosa vale per la pasta, meglio se integrale, e le patate. Attenzione, però a non eccedere nelle dosi!

Indicati sono anche l’avena e l’orzo, fonti naturali di melatonina, ma anche ricchi di magnesio e calcio.

Verdure

Molto indicati per contrastare l’insonnia sono gli spinaci, perché contengono vitamina B6 e acido folico, oltre che magnesio e clorofilla. Anche la lattuga e gli asparagi essendo particolarmente ricchi di triptofano, una sostanza dalle proprietà sedative, possono essere inseriti nel nostro pasto serale per favorire una buona qualità del sonno.

Frutta secca

Noci e mandorle, ma anche arachidi e semi di zucca. La frutta secca grazie al loro apporto di glucidi, Omega3 e sali minerali, favorisce la produzione di insulina, che provoca sonnolenza.

Tisane

Il miglior modo di terminare la giornata ed assicurarsi un buon riposo è sicuramente una tazza fumante di tisana. Gli infusi di camomilla, melissa e valeriana sono sicuramente tra i più indicati da consumare prima di andare a dormire, l’effetto relax è assicurato.

®Riproduzione riservata / All rights reserved

Autore

Condividi