Kooness – l’arte a portata di click

Un sito dove comprare opere d’arte in modo semplice e intuitivo. E, soprattutto, sicuro.

Una piattaforma online dove acquistare opere d’arte che si rivolge a gallerie, fondazioni o, più semplicemente, appassionati. E’ Kooness, marketplace che si è aggiudicato il premio StartmiUp in occasione della Global Social Venture Competion 2015 e nato da un’idea del 27enne mantovano Lorenzo Uggeri, dopo aver studiato Understanding the global art market al Sotheby’s Institute of Arts a New York, .

Un luogo (virtuale) grazie a cui cliente e venditore possono entrare in contatto in modo semplice e sicuro. Ma come funziona Kooness? «Invitiamo le gallerie in target ad entrare in piattaforma – spiega il team – poi, insieme ai galleristi, selezionamo gli artisti e le opere da esporre sulla piattaforma e controlliamo i prezzi in base all’andamento del mercato. L’utente può scegliere l’opera che desidera seguendo le gallerie o gli artisti che preferisce, oppure può applicare i numerosi filtri di selezione che permettono in pochi click di visualizzare solo le opere che si desidera».

Ogni opera, la cui ricerca può essere effettuata anche per galleria o artista, è presentata in high quality images. Tutto questo comodamente da casa, dal pc oppure dal proprio smartphone attraverso l’app con tecnologia di realtà aumentata, disponibile per iOS e Android. «Le opere – continuano – vengono spedite direttamente dalla gallerie insieme ai certificati di autenticità e Kooness coordina e controlla tutto il processo. La nostra mission è quella di aprire le porte delle gallerie d’arte a chiunque abbia una connessione ad internet. Vorremmo diffondere l’arte in ogni casa dando la possibilità a collezionisti e galleristi di incontrarsi “virtualmente” anche a migliaia di kilometri di distanza».

Non siete soddisfatti? Potete restituire l’opera gratuitamente entro 14 giorni dalla ricezione. «Kooness – conclude il team – vuol essere un punto di riferimento per collezionisti e per semplici appassionati d’arte. Vogliamo diventare il Farfecth dell’arte».


@Riproduzione Riservata

© Riproduzione riservata