La 28a Athens Xclusive Designers Week, il volto nuovo del design greco

Per il secondo anno consecutivo, la 28a Athens Xclusive Designers Week, sceglie il format digital per presentare al mondo il meglio della moda greca. I sette episodi sono stati lanciati sul sito LIFO.gr e sul canale Youtube AXDW axdweek. Sette fashion film che raccontano tendenze legate indissolubilmente alle origini della moda ellenica ma che guardano prepotentemente al futuro, vestendo nuove generazioni di uomini e donne sempre più dinamici.

Gli short film, diretti da Christos Theologos e Costas Dimas, ci conducono in tutte le fasi dello spettacolo, dal backstage sino alla sfilata, con interviste esclusive ai protagonisti dei fashion show.

SETTE EPISODI PER SETTE DESIGNER; spazi unici, in certi casi periferici e lontani dal lusso ostentato di certi siti, che fanno da cornici a collezioni dal forte appeal contemporaneo ma che risentono dell’influenza passata dove il peplo prende forma e oggi viene sintetizzato su capi minimali con goffrature strategiche sui fianchi e jumpsuit military-chic, come nel marchio MiRo. Nell’età di Pericle, dove tutto luccica d’oro, Valtodoros Escape apre lo show con capi gold e iperfemminili, lasciando il passo, poi, in un intervallarsi di asimmetrie e ruches e una ricca palette di colori e midi dress leziosi.

Gender fluid è la collezione firmata dal brand Ordoulidis che punta tutto sulla camicia oversize, giocando su tagli moderni che simulano grandi casacche e felpe.

La Resort 2022 di Valtadoros Voyage, invece, tra tagli a sbieco e volant, è la chiara rappresentazione della femminilità dal gusto ellenico. Sprigiona quel desiderio di evasione che ci pervade in estate, inducendoci a vestire con capi dalla femminilità colta che non sente la necessità di esibire.

Mix di trasgressione e leziosità per il brand Deux Hommes che mette in mostra capi ibridi, serious per certi versi, trasgressivi per altri. Il lungo si intervalla al corto, l’asimmetria alla regolarità dei tagli, le trasparenze alleggeriscono l’impianto del progetto.

Fresca e femminile è la collezione firmata da Aesteth dove protaginista è la grafica. C’è tutto il bello della Grecia, delle sue tradizioni con i segni desunti dal folklore ellenico. Tra animalier e foglie di banano, il marchio presenta una linea da indossare tutto il giorno, dove il lusso sta nella fitta plissettatura e nei ricami.

Lak, invece, veste le nuove generazioni di uomini e donne con capi altamente streetwear. La felpa diventa uno stile di vita, lo richiedono gli sportivi e coloro che scelgono di indossare capi comodi e rilassanti.

Il comfort è anche la prerogativa di Parthenis (in cover), che alle pieghe e alle coste dei suoi tessuti abbina vestitini attillati, crop top, bluse e pantaloni comodi; e tra la moda uomo e donna non esiste margine di differenza estetica. Un inno di libertà definito a chiare lettere con il termine ἐλευθερία sulle lunge tshirt oversize unisex.

Irene Aggelopoulos, infine, ha presentato la sua nuova collezione haute couture “Kiss the wind” P/E ’21 ispirati a piume e trame di seta. La sfilata di Irene Angelopoulos si è svolta nell’iconico zona del vecchio aeroporto, con un meraviglioso concetto boho che ricordava lo stile inglese delle villeggiature in campagna.

Ogni stagione, l’Athens Fashion Week sostiene campagne di pubblica utilità e ONG. Questo stagione, AXDW riconoscendo la necessità della donazione di sangue e in occasione del Giornata Internazionale del Donatore di Sangue, ha organizzato una donazione volontaria di sangue presso la propria sede in collaborazione con l’ONG Bloode e un ospedale. L’iniziativa è stata condivisa ampiamente dalla comunità.

®Riproduzione riservata / All rights reserved

Autore

Condividi