LE METAFORE DI MINOR WHITE

Minor White Radio&Truck

Con una mostra innovativa dedicata al fotografo americano Minor White, uno dei più importanti del XX secolo, la fondazione LOEWE segna la sua settima annuale partecipazione a PHotoEspaña e il suo quarto contributo al festival, organizzato dalla curatrice María Millán, con l’obiettivo di far crescere il suo profilo internazionale di figura artistica chiave, il cui lavoro è stato determinante nel dare forma all’estetica della fotografia del dopoguerra. Il direttore creativo di LOEWE, Jonathan Anderson, spiega che “La modernità di Minor White calza naturalmente a pennello con la casa di moda perché le sue fotografie funzionano su vari livelli. Da LOEWE crediamo nella polivalenza”. Per questa mostra, 40 stampe di White hanno viaggiato verso Madrid grazie a un prestito speciale da parte della galleria Howard Greenberg e a collezioni private. Le fotografie variano dai primi paesaggi urbani a interessanti studi sul corpo maschile e prese astratte sulla natura, offrendo un punto di vista rappresentativo riguardo alla capacità di White di utilizzare i colori e la composizione come mezzi per evocare stati contemplativi e connotati da riferimenti allusivi. White è stato capace di produrre uno spettro straordinariamente ricco di neri, bianchi e grigi, mentre utilizzava close-up e ritagli per esprimere ciò che non poteva essere mostrato. White era più interessato al potenziale simbolico della sua arte che alla rappresentazione della realtà. L’immagine, infatti, era tesa a rappresentare uno stato emotivo interiore.

Minor White: metaphors
1 giugno 2017- 25 agosto 2017
LOEWE Gallery, Gran Via, 8, Madrid

®Riproduzione Riservata

© Riproduzione riservata

x

x