Milano Wine Week 2022,”il vino con Milano intorno”

Brindisi inaugurale Milano Wine Week

Un palinsesto ricco di iniziative per raccontare ad appassionati, opinion leader e operatori del settore internazionali tutte le novità sul vino: la Milano Wine Week 2022 chiude con successo, in attesa della prossima edizione.

Una “non-fiera” dalla vocazione ancora più internazionale, organizzata in una delle città maggiormente rappresentative delle eccellenze del Made in Italy. Gli amanti del vino si sono dati appuntamento nel capoluogo lombardo per una 9 giorni intensa, dedicata alle eccellenze del territorio.
L’edizione 2022 si è caratterizzata per un format dall’approccio fortemente immersivo, che avvicina i consumatori al mondo alle aziende vinicole attraverso varie iniziative, dalle degustazioni ai workshop, dagli eventi speciali alle challenge a tema.

Milano wine week 2022
Un momento della Milano Wine Week

La manifestazione ha coinvolto tutti i centri nevralgici di Milano, a partire da Palazzo Bovara, polo di riferimento nell’ambito business, a cui si affianca il nuovo hub di Palazzo Serbelloni, che ha accolto le principali iniziative rivolte al pubblico dei consumatori, dando vita al nuovo asse portante di Corso Venezia, Wine Street di MWW 2022. Nati come presidi dei consorzi nei più rilevanti quartieri milanesi, sono tornati anche i Wine District, che quest’anno sono stati sei.

Palazzo Serbelloni: un nuovo hub per il grande pubblico

Il palinsesto di MWW 2022 ha coinvolto l’intera città con degustazioni, speciali appuntamenti tematici, concerti e molto altro ancora. Ha accolto nella propria grande corte – trasformata nel Wine Court della kermesse – il MWW Dome, nel quale sono stati ospitati workshop, eventi di intrattenimento, talk, aperitivi. Anche l’Enoteca di Milano Wine Week ha occupato uno spazio della corte, con una grande area dedicata al tasting, dove è stato possibile degustare un’ampia gamma di referenze con il supporto di sommelier ed esperti. Nella corte del Palazzo, inoltre, è stata allestita Casa Mipaaf: una tensostruttura presieduta dal Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali.

Milano wine eventi
Tavola dei Vignaioli, La Polastra (ph. by Andrea De Gennaro)

“La Milano Wine Week è ormai diventata un appuntamento che si è consolidato negli anni e, allo stesso tempo, in ogni edizione cerca di innovarsi e di sperimentare”, ha affermato il sottosegretario alle Politiche agricole, alimentari e forestali Gian Marco Centinaio. “È un modo diverso per far conoscere e apprezzare ai consumatori il mondo del vino. La principale caratteristica della manifestazione resta il suo stretto legame con tutta la città e il territorio circostante, e in questo senso esprime appieno anche le potenzialità dell’enoturismo. L’Italia del vino è leader a livello mondiale, non solo per quanto riguarda l’aspetto della produzione ma anche per quello qualitativo. Eventi come la MWW sono un’occasione sia per coinvolgere operatori internazionali del settore, sia per valorizzare e promuovere i nostri prodotti di qualità sul mercato italiano”.
Numerosi, come detto, gli eventi, tra cui tre appuntamenti speciali realizzati in collaborazione con altrettanti supporter della settimana del vino: Masottina, Leone Alato e Cuvage.
Sempre Palazzo Serbelloni, poi, ha ospitato il Wine Generation Forum e il convegno Habitat – Wine Sustainability Forum.

I Wine District

I distretti del vino, in quest’occasione, sono stati come anticipato sei, dislocati nei luoghi meneghini di maggior interesse, nello specifico:
– Sempione-Arco della Pace: Consorzio dell’Asti Spumante e Moscato d’Asti DOCG District 
Brera: Consorzio di Tutela Lugana DOC District
Porta Venezia: Medways District
– Navigli: Chianti Lovers District
– Porta Romana: Colli di Parma Wine District
Eustachi-Plinio: Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese

Un unico progetto ha riunito i quartieri iconici di Milano, dove i cittadini sono stati invitati a scoprire una moltitudine di iniziative dedicate, tra installazioni, eventi immersivi e walk around tasting, oltre a una serie di cene con i singoli produttori.

MWW Business

Oltre 50 gli appuntamenti riservati a professionisti dell’Ho.re.ca, buyer e stampa, tenutisi a Palazzo Bovaro; per loro, la Milano Wine Week ha pensato a momenti di formazione, networking e confronto tra player del settore, oltre che masterclass nazionali e internazionali con insider giunti da New York, Houston, Chicago, Toronto, Londra, Shenzhen, Tokyo, Hong Kong, grazie al supporto di ICE-Maeci.

Con gli MWW Awards, giunti alla seconda edizione, sono state invece premiate le migliori selezioni vinicole d’Italia sia nel settore della somministrazione, con il Premio Carta Vini, che in quello della distribuzione con il Premio Wine Retail.

Milano wine week awards
Milano Wine Week Awards 2022 (ph. by Andrea De Gennaro)

I progetti speciali della Milano Wine Week 2022

Tra gli eventi speciali si possono citare, tra gli altri, Wine Escape Room (in collaborazione con Winelivery), Champions Wine, Milano Wine Club, Milano Wine List; e ancora, Romania through grapes and glasses, presentato da Carrefour Romania; Wine Boat del Consorzio Chianti; Wine Bus; Marathon Cantina Urbana; Calici Urbani; i concerti Candlelight.

wine boat Milano 2022
Wine Boat

wine bus Milano
L’interno del Wine Bus

Oltre 300, inoltre, le etichette disponibili per la degustazione dell’evento Wine Cube di Partesa, svoltosi allo Spazio Antologico di via Mecenate.

Wine club Milano 2022
Partesa Wine Cube – Spazio Antologico

Slow Wine, infine, ha presentato la nuova edizione della Guida, dando la possibilità di degustare le etichette selezionate in un grande banco d’assaggio presso Superstudio.

© Riproduzione riservata