Pistacchi, proprietà benefiche per la dieta

I pistacchi sono semi ricchi di acidi grassi, contenuti nel frutto del pistacchio, un albero di origine asiatica della famiglia delle Anacardiaceae. Questi semi dal caratteristico colore verde, possono essere consumati al naturale, oppure tostati e salati.

Il suo gradevole sapore si presta all’utilizzo in diverse ricette sia dolci, come torroni, gelati e torte, che salate, associandoli sia alla carne, che al pesce e ai formaggi.

A livello nutrizionale, i pistacchi vengono inseriti nell’insieme della frutta secca, grazie al loro elevato contenuto calorico, dovuto soprattutto agli acidi grassi. Ma i benefici di questi semi sono diversi, motivo per cui vengono spesso consigliati a chi segue una dieta ipocalorica, o per chi fa sport. Di seguito vi riportiamo i principali.

Proprietà benefiche dei pistacchi

Omega 6 e 9

Gli acidi grassi, soprattutto mono e polinsaturi, sono fondamentali per una salute ottimale. Questi acidi aiutano l’organismo a tenere sotto controllo il colesterolo e l’accumulo di grassi saturi nel sangue, aiutando a prevenire così le malattie cardio vascolari.

Vitamine del gruppo B ed E

Grazie all’alto contenuto di acido folico, 100g di pistacchi forniscono il 144% della quantità giornaliera raccomandata. La vitamina B6 è molto importante per la sintesi della mielina e la comunicazione nervosa, oltre a migliorare il sistema immunitario.

La vitamina E, invece, non solo aiuta a prevenire invecchiamento e tumori della pelle, proteggendoci dai raggi UV, ma protegge anche le pareti capillari.

Sali minerali

Numerosi sono i Sali minerali contenuti nei pistacchi. Calcio, potassio, zinco, magnesio ci aiutano a mantenere forti e sani pelle, ossa e capelli. Il fosforo, aiuta a tenere sotto controllo il diabete di tipo 2. Infine il rame, che aiuta l’assorbimento del ferro, prevenendo e curando l’anemia, e potassio che ci aiuta a tenere a bada la pressione arteriosa e quindi l’ipertensione.

Luteina, zeaxantina

Questi rari carotenoidi aiutano a proteggere i nostri occhi dall’insorgenza di problemi visivi. Ma soprattutto, essendo degli antiossidanti, aiutano il nostro organismo a combattere e prevenire l’insorgenza di radicali liberi, causa di alcuni tumori.

Come consumare i pistacchi

L’OMS consiglia l’assunzione di circa 30g di pistacchi al giorno, preferibilmente come snack o spuntino, tra uno dei tre pasti principali.

Controindicazioni

Non ci sono particolari controindicazioni, ma se ne sconsiglia la consumazione in caso di cardiopatie o insufficienza renale. È sempre opportuno non superare la dose giornaliera consigliata e preferire la versione non salata.

®Riproduzione riservata / All rights reserved

Autore

Condividi