Profumi di nicchia: sceglierli in base all’umore

C’era una volta “il profumo”; quello che le nostre nonne usavano per tutta la vita, unico e insostituibile. C’era una volta appunto perché oggi sono pochissimi coloro che rimangono fedeli ad un unica fragranza per tutta la vita. Arduo non avere la curiosità di cambiare, avendo a disposizione sul mercato una varietà impensabile in passato. Cresce poi il numero di chi ama costruirsi un guardaroba olfattivo, da alternare in base agli impegni e all’umore e, perché no, in base al look. La novità è che, dopo anni di monopolio del mercato da parte delle grandi maison, è in aumento il numero degli appassionati dei profumi di nicchia. In tanti sono stanchi di sentire la scia del proprio profumo indossata da altri e sono alla ricerca di nuove esperienze olfattive. Da quando però la nicchia è esplosa, trasformandosi in trend, sta diventando difficile orientarsi tra le tante proposte che arricchiscono il mercato, di stagione in stagione, soprattutto per un neofita. Fondamentale una guida preparata come Alberto Anselmi, proprietario con la sorella Chiara, della catena di profumerie Desirée a Milano, a cui abbiamo chiesto di suggerirci dei profumi di nicchia, da uomo e da donna, selezionati in base allo stato d’animo.

Depressi. Ci vuole poco a far precipitare l’umore ai minimi storici, soprattutto per chi ha una vita stressante e ritmi di lavoro frenetici. Un profumo non ti cambia la vita ma sicuramente sentirsi addosso l’odore luminoso del neroli, il fiore dell’arancio, aiuta ad affrontare la giornata, soprattutto il lunedì, il giorno più odiato della settimana. Il neroli è perfetto perché sa di pulito e mette di buon umore. Provate Fleur D’Oranger di Evody.

Grintosi. Siete pronti a conquistare il mondo e sentite che niente e nessuno potrà fermarvi? Provate Patchouli Leaves di Montale, un patchouli avvolgente e fresco dai toni legnosi.

Felici. Quando ci si sveglia al mattino di buon umore e il mondo sembra sorridervi. Consiglio Bergamask di Orto Parisi, un bergamotto luminoso con un sillage persistente, per una fragranza a base di bergamotto.

Innamorata/o. Le farfalle nello stomaco, la testa tra le nuvole, il sorriso ebete stampato sul viso, tutti sogniamo e inseguiamo l’amore. Nei primi mesi, caratterizzati da passione rovente, l’imperativo è essere sensuali; iniziando dal profumo. Via fioriti e agrumati, scegliete invece note più seducenti. Rocabar di Hermés: sandalo e vetiver ambrato.

Trasgressivi. Avete voglia di osare ma siete timorosi? Iniziate dal profumo, è meno costoso di un cambio di look, meno rischioso di un nuovo hairstyle (i capelli non ricrescono all’istante). Scegliete una nuova fragranza fuori dagli schemi e lasciatevi andare. Tom of Finland di Etat Libre D’Orange: cuoio e vetiver, una nota classica che diventa trasgressiva.

Irritati. C’è il/la collega di lavoro che gioca sporco, tramando alle vostre spalle, e con cui dovete condividere spazio e giornata. La lista delle persone irritanti potrebbe continuare all’infinito.  Iniziate a farvi “sentire” con un profumo, e frastornate a suon di note olfattive. Inondatevi di Stercus di Orto Parisi, con burro di oud, animalesco e intenso.

®Riproduzione Riservata

®Riproduzione riservata / All rights reserved

Autore

Condividi